Tammorra


tammorra musica napoletanaLa tammorra è un grande tamburo in legno, le cui dimensioni variano solitamente tra i 35 e i 65 cm; è costituito da una membrana in pelle di ovino ed è arricchito da cinque di coppie di piattelli metallici (detti cicere oppure cimbale), posti in alcune fessure ricavate lungo il tealio circolare.
Il suono viene ottenuto colpendo con le dita o con il palmo della mano destra la menbrana, mentre la sinistra, oltre ad impugnare lo strumento, lo agita per far tintinnare i piattelli.
Secondo la tradizione, se la tammorra viene suonata con la mano destra, si dice che viene suonata nella maniera maschile; al contrario, se è la sinitra a percuotere la membrana si dice che viene suonata alla maniera femminile. Questa distinzione deriva probabilmente dal fatto che in molte antiche culture, l’uomo è idenficato con il lato destro, mentre la donna con quello sinistro.
La tammorra dà il nome anche ad alcuni balli popolari che, quando sono accompagnati da questo strumento, vengono chiamati “tammurriate”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia