'A RICETTA 'E NAPULE


(Parente, Frustaci)


 
Nu viecchio milionario americano,
teneva nun se sa che malatia,
era nefrite, tisi o pecundría?
'A scienza nun sapeva andiviná.
 
Un vecchio milionario americano,
aveva non si sa quale malattia,
era nefrite, tisi o ipocondria?
La scienza non sapeva indovinare.
 
Però un amico intimo dicette:
"Pe' guarí 'a 'sta malatia,
portiamolo in Germania,
ce stanno prufessure 'e chirurgia".

E 'o juorno appriesso, 'ncopp'a nu vapore,
passaje ll'oceano 'o povero signore.
 
Però un amico intimo disse:
"Per guarire da questa malattia,
portiamolo in Germania:
lì ci sono professori in chirurgia".

E il giorno dopo, su una nave,
il povero signore oltrepassò l'oceano.
 
'E meglie scienziate berlinese
'o visitajeno senza capí niente,
però, sapenno ca ce steva 'argiento,
dicettero: "Tentiamo d'operá".
 
I migliori scienziati berlinesi
lo visitarono senza capire niente,
però, sapendo che era molto ricco,
dissero: "Tentiamo di operare".
 
Senza nisciunu scrupolo
'tagliajeno 'o cuorpo 'e chillu vicchiariello
e, quanno fuje a ll'ùrdemo,
campava e nun campava 'o puveriello.

E quase quase, tanto d' 'o dulore,
steva saglienno 'ncielo add' 'o Signore.
 
Senza nessuno scrupolo
aprirono il corpo di quel vecchietto
e, quando arrivò alla fine,
era vivo e non era vivo il poveretto.

E quasi quasi, tanto del dolore,
stava salendo in cielo dal Signore.
 
Ma Napule, vedenno stu vapore
ca se purtava 'o viecchio quase muorto,
dicette: "Favorite dint' 'o Puorto,
tengo na cosa ca lle pò giuvá".
 
Ma Napoli, vedendo questa nave
che portava il vecchio quasi morto,
disse: "Entrate nel Porto,
ho una cosa che gli può giovare".
 
Pigliaje nu poco 'e Vommero
cu vinticinche gramme 'e Margellina,
nu pízzeco 'e Pusilleco
e 'o preparaje na bella mmedecina.
E 'o viecchio, nun appena s' 'a pigliaje,
dint'a nu quarto d'ora se sanaje.
 
Prese un po' di Vomero
con venticinque grammi di Mergellina,
un pizzico di Posillipo
e gli preparò una bella medicina.
E il vecchio, non appena la prese,
in un quarto d'ora guarì.
 
Chest'è 'a ricetta 'e Napule:
nu poco 'e sole vi' che te cumbina.
Pure chi è muorto 'e sùbbeto
venenno ccá, risuscita e cammina.

Nun ce vò' menta cedra e fronn' 'aruta
pe' stá sempe benissimo in salute.
Questa è la ricetta di Napoli:
un po' di sole guarda cosa riesce a fare.
Anche chi è morto di colpo
venendo qui, risuscita e cammina.

Non occorre menta cedro e foglie di ruta
per stare sempre benissimo in salute.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia