'A SUNNAMBULA


(Pisano, Alfieri – 1957)


 
Carmela è na bambola,
e fa 'ammore cu me.
Ma 'a mamma è terribile,
nun mm' 'a vò' fá vedé.
 
Carmela è una bambola,
e sta insieme a me.
Ma la mamma è terribile,
non me la vuole far vedere.
 
Allora aggio truvato
nu bellu ritrovato:
Carmela fa 'a sunnambula
pe' mme vení a truvá.

E fa scema a mammá.
 
Allora ho trovato
una bella trovata.
Carmela fa la sonnambula
per venirmi a trovare.

E inganna la madre.
 
E cu 'a scusa ch'è na sunnambula,
chesta bambola, nèh, che fa?
Tutt' 'e ssere, pe' copp'a ll'ásteco,
vène a ll'ùnnece a passiggiá.
 
E con la scusa che è sonnambula
questa bambola, nèh, che fa?
Tutte le sere, sopra il terrazzo,
alle undici viene a passeggiare.
 
'Ncopp'a ll'ásteco ce stóngh'io
e lle dico: "Stó' ccá pe' te".
 
Sopra al terrazzo ci sono io
e le dico: "Sono qua per te".
 
E 'a sunnambula,
ch'è na bambola,
fa 'a sunnambula
'mbracci'a me!
 
E la sonnambula
che è una bambola
fa la sonnambula
in braccio a me.
 
'O pate, 'On Arcangelo,
pe' dispietto nun vò'.
Lle sóngo antipatico
e mm'ha ditto ca no.
 
Il padre Don Arcangelo
per dispetto non vuole.
Gli sono antipatico
e mi ha detto di no.
 
Ma a me che mme ne 'mporta?
Io tengo aperta 'a porta.
Carmela, comm' 'o ssolito,
mme vène a cunzulá.

E fa scemo a papá.
 
Ma a me che me ne importa?
Io lascio la porta aperta.
Carmela, come solito
mi viene a consolare.

E inganna il papà.
 
E cu 'a scusa ch'è na sunnambula,
……………………………………….
E con la scusa che è sonnambula
………………………………………

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia