'A SURRENTINA


(G. De Curtis, E. De Curtis – 1905)


 
Só' venuto a Surriento,
a 'sta bella marina,
cu na vela latina,
cu na réfola 'e viento.

Aggio visto 'e ciardine,
sciur', arance e limone
e 'e cchiù belli gguaglione
ca se pònno criá.
 
Sono arrivato a Sorrento,
in questa bella marina,
con un barca latina,
con una folata di vento.

Ho visto i giardini,
fiori, aranci e limoni
e le più belle ragazze
che si possano creare.
 
E llá 'mmiezo, 'a cchiù cara,
'a diletta 'e stu core
ca mme struje d'ammore,
e nun pòzzo parlá.

Vurría passá la vita a stu paese,
'mmiez'a 'sta gente bella.
Vurría abballá pur'i' na tarantella
'nzieme cu te.
 
E tra loro, la più cara,
la prediletta di questo cuore
che mi strugge d'amore,
e non riesco a parlare.

Vorrei trascorrere la vita in questo paese,
in mezzo a questa bella gente.
Vorrei ballare anch'io una tarantella
insieme a te.
 
Si só' triste 'e penziere,
vuje partite a mumento.
Jatevenne a Surriento
ca pruvate piacere.

Llá vedite 'o Deserto1
cu 'e mmuntagne viola
e na schiera 'e figliole
ca só' tutte buntá.
 
Se sono tristi i pensieri,
voi partite subito.
andatevene a Sorrento
che proverete piacere.

Là vedrete il Deserto1,
le montagne viola
e una schiera di ragazze
che sono tutte bontà.
 
E si llá suspirate,
quante e quante só' 'e ppene,
llá, chell'aria, s' 'e ttene
e maje cchiù nun v' 'e ddá.

Vurría passá la vita a stu paese,
……………………………………
E se là sospirate,
qualsiasi siano le vostre pene,
là, quell'aria, le trattiene
e mai più ve le restituisce.

Vorrei trascorrere la vita in questo paese,
………………………………………………..


1 Il Deserto è un eremo dei Frati Carmelitani, famoso per l'ampio spettro visivo. Attualmente vi è uno dei ristoranti più celebri d\'Italia, a S. Agata dei Due Golfi.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia