'A VOCE 'E MAMMA


(G. Russo, Genta – 1936)


 
Voce ca tutt' 'e ssere te ne vaje
chiammanno 'e figlie 'e mamma 'a miez'â via,
tu nun 'o ppuò capí che bene faje
si mme tiene nu poco cumpagnia.
Férmate pe' na vota sulamente
d' 'a voce 'e mamma famme ricurdá.
 
Voce che tutte le sere te ne vai
chiamando i figli di mamma dalla strada,
tu non puoi capire il bene che mi fai
se mi tieni un po' compagnia.
Fermati per una volta soltanto
fammi ricordare la voce di mia mamma.
 
Tutt' 'e mmamme s' 'e cchiammano
'e figlie 'a sera.
Sultanto 'a voce 'e mamma
io nun 'a sento.
E conto tutt' 'e llacreme chiagnute
'a quanno 'o bbene 'e mamma
aggio perduto.
St'uocchie mieje
stracque 'e chiagnere,
pe' 'mmiez'â via,
dint'a sti vvoce cercano
'a mamma mia.
 
Tutte le mamme chiamano a sé
i figli la sera.
Soltanto la voce di mamma
non la sento.
E conto tutte le lacrime piante
da quando il bene di mamma
ho perso.
Questi miei occhi
stanchi di piangere,
per la strada,
in queste voci cercano
la mia mamma.
 
Mamma na vota sola mme chiammaje,
teneva 'a faccia d' 'a malincunia.
Po' n'angiulillo 'ncielo s' 'a purtaje
e rimanette i' sulo 'mmiez'â via.
E quanno, 'a sera, chesti vvoce sento,
'nnanz'a chist'uocchie mieje veco a mammá.
 
Mamma una sola volta mi chiamò,
aveva la faccia della malinconia.
Poi un angioletto in cielo la portò via
e rimasi da solo per la strada.
E quando, a sera, sento queste voci,
davanti a questi miei occhi vedo mamma.
 
Tutt' 'e mmamme s' 'e cchiammano
………………………………………….
Tutte le mamme chiamano a sé
…………………………………….

Un commento su “‘A voce ‘e mamma

  1. Spesso mi viene in mente questa canzone e mi lacrimano gli occhi,perché io e altri 4 fra fratelli e sorelle siamo stati privati del calore e dell’affetto di una mamma,eravamo tutti piccoli.
    E quando dico n’angiulillo ‘ncielo sa purtava,traduco: nu figlio e p*****a ‘ncielo s’ha purtata e non mi sento di aver fatto un peccato!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia