AH, MATALENA


(Pisano, Ciaramella)


 
Io giá tenevo pronta tutt' 'a casa:
'o lietto e na cuperta 'e seta rosa,
nu saluttino stile giappunese,
'o mastrillo e 'a grattacasa,
nce mancava sulo 'a sposa,
Matalena Sinfarosa.
 
Io già avevo pronta tutta la casa:
il letto e una coperta di seta rosa,
un salottino stile giapponese,
la trappola per topi e la grattugia,
ci mancava solo la sposa,
Maddalena Sinfarosa.
 
Ma, Matalena se ne scappò.
Ma, Matalena se ne volò.
 
Ma, Maddalena scappò.
Ma, Maddalena volò via.
 
Mo só' rimasto sulo,
sulagno e abbandunato,
senza nu muorzo 'e moglie,
afflitto e scunzulato.

Ah, Matalena.
 
Ora sono rimasto solo,
solitario e abbandonato.
senza un minimo di moglie,
afflitto e sconsolato.

Ah, Maddalena.
 
Mm'avevo fatto nu vestito niro,
nu bellu paro 'e scarpe giallo chiaro;
mm'avevo fatto 'a barba add' 'o barbiere,
manicure e pedicure.
Mme pigliaje nu zambaglione,
pe' fá 'o sposo proprio buono.
 
Mi ero fatto un vestito nero,
un bel paio di scarpe giallo chiaro;
mi ero fatto la barba dal barbiere,
manicure e pedicure.
Presi uno zabaione,
per fare lo sposo proprio bene.
 
Ma, Matalena se ne fuggí
e 'o zambaglione non mi serví.
 
Ma, Maddalena fuggì
e lo zabaione non mi servì.
 
Mo só' rimasto sulo,
……………………..
 
Ora sono rimasto solo,
…………………………
 
Mm'avevo fatto dí dal mio compare,
'o sposo comme fa quanno se 'nzóra.
Isso mm'aveva ditto: "Sta' sicuro,
nce 'o 'mpar'io a la commara".
S' 'a purtava, tutt' 'e ssere,
'mmiez'ê ffrasche, dint' 'o scuro.
 
Mi ero fatto dire dal mio compare,
lo sposo come fa quando si sposa.
Lui mi aveva detto: "Stai sicuro,
glielo insegno io alla comare".
Se la portava tutte le sere,
tra le frasche, al buio.
 
Ma, la mia sposa più non ci sta.
E il mio compare, dove sará?
 
Ma, la mia sposa più non c'è.
e il mio compare, dove sarà?
 
Io, pe' fá buono 'o sposo,
giá mm'ero preparato:
mm'avevo fatto pure nu
bagno cu 'o ssublimato1.
 
Io, per fare bene lo sposo,
già mi ero preparato:
mi ero fatto anche
un bagno col sublimato1.
 
Ah, Matalena.
Ah, Matalena.
Ah, Matalena.
Ah, Maddalena
Ah, Maddalena.
Ah, Maddalena.


1 Il bagno nel sublimato corrosivo veniva fatto per curare o prevenire malattie veneree.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia