CHE T'AGGI' 'A DI'


(Della Gatta, Nardella)


 
Stasera nun mm'hê ditto 'na parola.
E' overo ca te si' stancato 'e me?
P' 'a strada tu cammine sola sola
e i' vèngo comm' 'a 'n'ombra appriesso a te.
 
Stasera non mi hai detto una parola.
E' vero che ti sei stancata di me?
Per la strada cammini sola sola
e io vengo come un'ombra dietro di te.
 
Che t'aggi' 'a di',
si n'ato ammore dint'a ll'uocchie tiene?
Che t'aggi' 'a di',
si nun mme pienze e nun mme vuó' cchiù bene?
Che t'aggi' 'a di'?
'O mmale ca mme faje,
tu stessa nun 'o ssaje.
Ma 'o ssape chistu core ca more senza 'e te.
 
Che ti devo dire,
se hai un altro amore negli occhi?
Che ti devo dire,
se non mi pensi e non mi vuoi più bene?
Che ti devo dire?
Il male che mi fai,
tu stessa non lo sai.
Ma lo sa questo cuore che muore senza di te.
 
'O primmo suonno, che malincunia.
Stu suonno d'oro ll'hê distrutto tu.
E famme n'atu ppoco cumpagnia,
chisà, dimane, si te veco cchiù.
 
Il primo sogno, che malinconia.
Questo sogno d'oro me l'hai distrutto tu.
E fammi un altro po' compagnia,
chissà, domani, se ti vedo più.
 
Che t'aggi' 'a di’,
………………….
Che ti devo dire,
…………………..

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia