DIMME 'NA VOTA SI'


(Paolella, Scalisi – 1858)


 
Tu nce si' nata co le rrose 'mmano,
tu si' crisciuta tra li giesummine.
Pe' te stóngo malato e non mme sano
e tu, carella mia, non ll'annevine?
 
Tu ci sei nata con le rose in mano,
tu sei cresciuta tra i gelsomini.
per te sono malato e non guarisco
e tu, cara mia, non lo capisci?
 
Dimme na vota sí, ca mme vuó' bene,
lo bbide ca nun pòzzo proprio cchiù?
 
Dimmi una volta si, che mi vuoi bene,
lo vedi che non ne posso proprio più?
 
Quanno vedette a te, stette a zompare
sto core ca mettiste 'ntra le ppene.
Chesti rrosélle tienatelle care,
una de cheste mme la daje a méne.
 
Quando ti vide, cominciò a saltare
questo cuore che mettesti tra le pene.
Queste roselline tienitele care,
una di queste la darai a me.
 
Dimme na vota sí, ca mme vuó' bene,
…………………………………………….
 
Dimmi una volta si, che mi vuoi bene, ……………………………………………
 
Quanta nce vònno prete a fà no ponte,
tanta suspire tu mme si' costata.
Sti ddoje stelle ca tu tiene 'nfronte,
te fanno bella assaje cchiù de na fata.
 
Quante pietre ci vogliono per fare un ponte,
tanti sospiri mi sei costata.
Queste due stelle che hai in fronte,
ti fanno bella più di una fata.
 
Dimme na vota sí, ca mme vuó' bene,
…………………………………………….
 
Dimmi una volta si, che mi vuoi bene,
……………………………………………
 
Si nuje po' ce sposammo, oh che contiento.
Nu lietto cu sti rrose voglio fare.
Dammillo nu vasillo pe' tramente.
Nu vaso sulo, mme lo puoje dare.
 
Se poi ci sposeremo, oh che gioia.
Un letto con queste rose voglio fare.
Dammelo un bacino intanto.
Un bacio solo me lo puoi dare.
 
Dimme na vota sí, ca mme vuó' bene,
……………………………………………
Dimmi una volta si, che mi vuoi bene,
…………………………………………..

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia