FRESCA FRESCA


(Pisano, Lama – 1929)


 
'O sentite stu calore?
Mamma bella, sto squaglianno.
Nun capisco comme fanno
certi ggente a cammená.
Io pe' me passo 'a jurnata
dint'a ll'acqua 'e Margellina.
Mm'alzo a 'e ssette d' 'a matina
pecché mm'aggi' 'a renfriscá.
 
Lo sentite questo caldo?
Mamma bella, mi sto sciogliendo.
Non capisco come fa
certa gente a camminare.
Io passo la giornata
dentro l'acqua di Mergellina.
Mi alzo alle sette di mattina
perché mi devo rinfrescare.
 
Fresca fresca,
sola sola,
na perzona se cunzola.
Cu sti vveste ca só' asciute,
si guadagna la salute.
Che piacere,
che godere.

Com'è bello a respirare
l'aria dorge del mio mare.
 
Fresca, fresca,
sola, sola,
una persona si consola.
Con questi vestiti che sono usciti,
si guadagna la salute.
Che piacere,
che godere.

Com'è bello respirare
l'aria dolce del mio mare.
 
Dint' 'a casa mm'aggio miso
ventitré ventilatore.
Si Mimí vene a fá 'ammore,
io lle dico: "Lassa stá,
bellu mio, comme te vène
cu stu caldo ch'è n'inferno?
Ne parlammo 'int'a ll'inverno,
nun mme voglio riscaldá".
 
Dentro casa mi sono messa
ventitré ventilatori.
Se Mimí viene a fare l'amore,
io gli dico: "Lascia stare,
bello mio, come ti viene in mente
con questo caldo che è un inferno?
Ne parliamo in inverno,
non mi voglio riscaldare".
 
Fresca fresca,
………………
 
Fresca fresca,
………………
 
Nella camera da letto,
mi sono messa due ghiaccere.
Quando è sera, che piacere,
come è bello andare a dormire.
Come pranzo? Tutti i giorni
quattro fette di spumone,
una granita al limone,
un gelato ed un frappè.
 
Nella camera da letto,
mi sono messa due ghiaccere.
Quando è sera, che piacere,
come è bello andare a dormire.
Come pranzo? Tutti i giorni
quattro fette di spumone,
una granita al limone,
un gelato ed un frappè.
 
Fresca fresca,
………………
Fresca fresca,
………………

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia