'MBRACCI'A TE


(Marotta, Buonafede)


 
Tu, tu nun tiene vint'anne e si' Maria,
si' 'o pprincipio 'e na rosa,
n'alba 'e maggio, na sposa 'int'a na chiesa
e pe' te nun ce vònno raritá.
 
Tu, tu non hai vent'anni e sei Maria,
sei lo sbocciare di una rosa,
l'alba di maggio, una sposa nella chiesa
e per te non servono rarità.
 
Na tazzulella 'e mare,
nu fazzuletto 'e rena,
addó' ll'acqua ca vène
sposa ll'acqua che va.
Na frangettella 'e nuvole,
na vranca 'e stelle chiare
e io vicino a te.
Core 'e stu core,
io mme sperdo e mme trovo
doce, doce, senza freve,
'mbracci'a te,
'mbracci'a te.
 
Una tazzina di mare,
un fazzoletto di sabbia,
dove l'acqua che arriva
sposa l'acqua che se ne va.
Una frangetta di nuvole,
una manciata di stelle chiare
e io vicino a te.
Cuore di questo cuore,
io mi perdo e mi trovo,
dolce, dolce, senza febbre,
in braccio a te,
in braccio a te.
 
Tu, tu nun tiene vint'anne e si' figliola,
si' 'o pprincipio 'e nu suonno,
si 'a palomma ca vola 'ncopp' 'o giglio
e pe' te nun ce vònno raritá.
 
Tu non hai vent'anni e sei una ragazzina,
sei l'inizio di un sogno,
sei la farfalla che vola sul giglio
e per te non servono rarità.
 
Na tazzulella 'e mare,
……………………….
Una tazzina di mare,
………………………

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia