NAPULE D’ ‘E CCANZONE


(Bovio, Lama – 1931)


 
Napule d' 'e ccanzone s'è scetata,
se sentono 'e cchitarre n'ata vota.
Ll'aria s'è fatta fresca e prufumata
e nu cardillo, albanno, mme saluta.
E 'a zingarella mia, tutta pentita,
che lettera d'ammore mm'ha screvuta.

Sentite.
Sentite.
 
Napoli delle canzoni si è svegliata,
si sentono le chitarre un'altra volta.
L'aria si è fatta profumata
e un cardellino, mentre albeggia, mi saluta.
E la mia zingarella, tutta pentita,
che lettera d'amore mi ha scritto.

Sentite.
Sentite.
 
"Mio caro amore,
mio sommo bene,
trema il mio cuore
napoletano.
Stó' tutta 'ntenneruta e 'ndusiasmata.
Napule d' 'e ccanzone s'è scetata".
 
"Mio caro amore,
mio sommo bene,
trema il mio cuore
napoletano.
Sono tutta intenerita ed entusiasta.
Napoli delle canzoni si è svegliata."
 
Trèmmano, dint'a ll'aria, cante e suone.
Pusilleco è na festa 'e manduline
e 'o Vòmmero mme pare na canzone
cantata, a meza voce, sott' 'a luna.
E chesto stó' facenno 'a stammatina,
stó' sempe cu 'sta lettera 'int' 'e mmane.

Sentite.
Sentite.
 
Tremano, nell'aria, canti e suoni.
Posillipo è una festa di mandolini
e il Vomero mi sembra una canzone
cantata, a mezza voce, sotto la luna.
E questo sto facendo da stamattina,
sto sempre con questa lettera tra le mani.

Sentite.
Sentite.
 
"Mio caro amore,
…………………..
 
"Mio caro amore,
…………………..
 
Cantano, a matutino, aucielle e frónne,
cantano 'e stelle quanno 'a notte scenne,
cantano, a mare, zittu zitto, ll'onne,
cantano 'e 'nnammurate tutto ll'anno.
E 'sta canzone 'e Napule è nu suonno,
só' quatto note e volano p' 'o munno.

Sentite.
Sentite.
 
Cantano, al mattino, uccelli e foglie,
cantano le stelle quando la notte scende,
cantano, in mare, in silenzio, le onde,
cantano gli innamorati tutto l'anno.
E questa canzone di Napoli è un sogno,
sono quattro note che volano per il mondo.

Sentite.
Sentite.
 
"Mio caro amore,
…………………..
"Mio caro amore,
…………………..

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia