NAPULE E’


(P. Daniele – 1977)


 
Napule è mille culure,
Napule è mille paure,
Napule è ‘a voce d’ ‘e creature
che saglie chianu chianu,
e tu saje ca nun si sulo.
 
Napoli è mille colori,
Napoli è mille paure,
Napoli è la voce dei bambini
che sale piano piano,
e tu sai che non sei solo.
 
Napule è nu sole amaro,
Napule è addore ‘e mare,
Napule è ‘na carta sporca
e nisciuno se ne ‘mporta,
e ognuno aspetta ‘a ciorta.
 
Napoli è un sole amaro,
Napoli è profumo di mare,
Napoli è una carta sporca
e nessuno se ne importa,
e ognuno aspetta la sorte.
 
Napule è ‘na cammenata
dint’ ‘e viche mmiezo all’ate,
Napule è tutto nu suonno,
e ‘a sape tutto ‘o munno,
ma nun sanno ‘a verità.
 
Napoli è una passeggiata
tra i vicoli in mezzo agli altri,
Napoli è tutta un sogno,
e la conoscono tutti,
ma non sanno la verità.
 
Napule è mille culure
    Napule è mille paure
Napule è nu sole amaro
    Napule è addore ‘e mare
Napule è ‘na carta sporca
    E nisciuno se ne ‘mporta
Napule è ‘na cammenata
    Dint’ ‘e viche mmiezo all’ate
 
Napoli è mille colori
    Napoli è mille paure
Napoli è un sole amaro
    Napoli è profumo di mare
Napoli è una carta sporca
    E nessuno se ne importa
Napoli è una passeggiata
    Tra i vicoli in mezzo agli altri
 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia