NONNA NONNA


(Bovio, Valente – 1914)


 
Napule,quann' 'o sole t'abbandona
e 'o cielo se fa tutto culor d'oro,
'a campana d' 'o Carmene ca sona,
te canta 'a nonna.
 
Napoli, quando il sole ti abbandona
e il cielo diventa tutto color oro,
la campana del Carmine che suona,
ti canta la ninna nanna.
 
E nonna nonna,
'ammore mio se sceta
quanno tutto lu munno s'accujeta.
 
E ninna nanna,
l'amore mio si sveglia
quando tutto il mondo si riposa.
 
Se sceta 'ammore
e nonna nunnarella,
quanno, 'int'a ll'ombra,
Napule, è cchiù bella.
 
Si sveglia l'amore
e ninna nanna,
quando, nell'ombra,
Napoli, è più bella.
 
Sona campana mia, campana sona.
D'oro è lu monte e d'oro è la marina.
Ma Palummella mia, ca nun perdona,
no, nun te sente.
 
Suona mia campana, suona campana.
d'oro è il Vesuvio e d'oro è la marina.
Ma Farfalla mia, che non perdona,
no, non ti sente.
 
E nun te sente,
e 'ammore mio se sceta
quanno tutto lu munno s'accujeta.
 
E non ti sente,
e l'amore mio si sveglia
quando tutto il mondo si riposa.
 
Se sceta 'ammore
e i' chiammo a Palummella,
quanno, 'int'a ll'ombra,
Napule è cchiù bella.
Si sveglia l'amore
e io chiamo la Farfalla,
quando, nell'ombra,
Napoli è più bella.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia