NUN DA' RETTA MARGARI'


(Capurro, Buongiovanni)


 
Tarantella cu tófe1 e tammórre2
don Peppe d' 'a Torre
vulette abballà.
E 'a mugliera faceva 'a cunzerva
cu 'o frato d' 'a serva
p' 'o fà recrià.
 
Tarantella con tofe1 e tammorre2
don Peppe della Torre
volle ballare.
E la moglie faceva la conserva
col fratello della serva
per farlo divertire.
 
"Margarì', pecché nun scinne?"
"Che si' pazzo? E comme faccio?
Tengo 'e mmane 'int' 'o setaccio.
Peppe mio, spàssate tu".

"Quanno è chesto allora è niente,
nun dà retta, Margarì"
 
"Margherita, per non scendi?"
"Ma sei pazzo? E come faccio?
Ho le mani nel setaccio.
Peppe mio, divertiti tu".

"Quand'è così allora niente,
non pensarci, Margherita".
 
Che mugliera, che femmena 'e casa,
si appena t'annasa,
te sape pittà.
Chella è fina, terribbele, accorta.
Muglièrema, 'a porta
s' 'a sape guardà.
 
Che moglie, che donna di casa
appena ti conosce,
ti sa fregare.
Quella è furba, terribile, attenta.
Mia moglie, la porta
la sa controllare.
 
"Margarì', che staje facenno?
Jammo, di' quacche parola".
"Stóngo 'nfacci'â pummarola,
Peppe mio, che chiamme a fà?"

"Quanno è chesto allora è niente,
nun dá retta, Margarì'".
 
"Margherita, che stai facendo?
Andiamo, dimmi qualche parola".
"Sono davanti ai pomodori,
Peppe mio, che mi chiami a fare?"

Quand'è così allora niente,
non pensarci, Margherita.
 
Tarantella, don Peppe abballava,
zumpava e penzava:
"Ma chesto ched è?
'Sta cunzerva sarrà nu pruciesso,
mme date 'o permesso
ca vaco a vedé?"
 
Tarantella, don Peppe ballava,
saltava e pensava:
"Ma questo cos'è?
Questa conserva sarà un processo,
mi date il permesso
che vado a vedere?"
 
"Nèh don Pè', comme ve vène?
Dint' 'o mmeglio ce lassate?
'A mugliera mo 'a penzate.
Lassat'ì ch'have che fà."

"Quanno è chesto allora è niente,
nun dà retta, Margarì'".
"Ehi, don Peppe, come vi viene in mente?
Sul più bello ci lasciate?
Vostra moglie ora vi viene in mente.
Lasciatela stare che ha da fare".

Quand'è così allora niente,
non pensarci, Margherita.


1 Strumenti a fiato fatti di conchiglie che provocano una nota molto bassa, utilizzata come strumento acustico dai pescatori. 2 La tammorra è uno strumento musicale a percussione. È un grosso tamburo a cornice il cui diametro, generalmente, è compreso tra i 35 e i 65 cm.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia