NUN LASSA' SURRIENTO


(Fiore, rendine – 1963)


 
Chisà chella 'nnammurata
'e "Torna a Surriento"
si po' è turnata,
si po' è turnata.
Chisà?
 
Chissà quella fidanzata
di "Torna a Surriento"
se poi è tornata,
se poi è tornata.
Chissà?
 
Chi sa tu ca vaje luntana
si 'e me te scuorde,
si tuorne ancora,
si tuorne ancora.
Chisà?
 
Chissà tu che vai lontana
se di me ti dimentichi,
se torni ancora,
se torni ancora.
Chissà?
 
Nun lassà Surriento
si vuó' bene a me.
Nun spezzà ll'incanto
d' 'e nnotte 'argiento
'ncantate 'a te.
Nun lassá Surriento,
core mio, pecché…
Pecché io moro ogne mumento
si pe' n'ora perdo a te.
No, nun darme stu turmiento,
resta sempe 'nziem'a me.
 
Non lasciare Sorrento
se vuoi bene a me.
Non spezzare l'incanto
delle notti d'argento
incantate da te.
Non lasciare Sorrento,
cuore mio, perchè…
Perchè io muoio ogni momento
se per un'ora perdo te.
No, non darmi questo tormento,
resta per sempre insieme a me.
 
A Surriento te voglio vedé
tutt'a vita abbracciato cu'mmé.
 
A Sorrento ti voglio vedere
tutta la vita abbracciata con me.
 
Nun lassà Surriento,
core mio, pecché…
Pecché io moro ogne mumento
si pe' n'ora perdo a te.
No, nun darme stu turmiento,
resta sempe 'nziem'a me.
 
Non lasciare Sorrento,
cuore mio, perchè…
Perchè io muoio ogni momento
se per un'ora perdo te.
No, non darmi questo tormento,
resta per sempre insieme a me.
 
A Surriento te voglio tené,
tutt' 'a vita abbracciato cu'mmé.

A Surriento, a Surriento cu'mmé.
Ah, Ah.
A Sorrento ti voglio vedere
tutta la vita abbracciata con me.

A Sorrento, a Sorrento con me.
Ah, Ah.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia