'O MARE CANTA


(Bovio, Lama – 1919)


 
Siente che musica doce
fanno chest'onne addurose.
Siente che voce, che voce
ca tènono 'e ccose
stanotte, Marì'.
 
Senti che musica dolce
fanno queste onde profumate.
Senti che voci, che voci
che hanno le cose
stanotte, Maria.
 
E' 'o mare che canta,
stu mare lucente.
E 'a canzone se chiamma "Surriento".
E 'a Luna, ch' 'a sente,
s' 'a 'mpara 'e cantà.
 
E' il mare che canta,
questo mare splendente.
E la canzone si chiama "Sorrento".
E la Luna, che la sente,
impara a cantarla.
 
Ll'albere 'e chisti ciardine,
só' tutte arance e limone,
quanno tu, 'a sera, cammine,
te 'ncante, te stuone,
nun saje che vuó' fà.
 
Gli alberi di questi giardini,
sono tutti aranci e limoni,
quando tu, la sera, cammini,
ti incanti, ti confondi,
non sai cosa vuoi fare.
 
E' 'o mare che canta,
………………………..
 
E' il mare che canta,
……………………….
 
Passa stanotte ll'Ammore
'ncopp' 'a marina 'e Surriento.
Tutto è silenzio e chiarore,
nemmeno cchiù 'o viento
se sente 'e sciatà.
 
Passa stanotte l'Amore
sulla marina di Sorrento.
Tutto è silenzio e chiarore,
nemmeno più il vento
si sente fiatare.
 
E' 'o mare che canta,
………………………..
E' il mare che canta,
……………………….

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia