POVERU CORE


(E. Murolo, Gagliardi)


 
Poveru core, e comme, comme è stato
ca ô ttarde 'e ll'età mia mme só' perduto.
Ca perdere vò' dì chi è 'nnammurato
e ha da tené 'sta pena annascunnuta.

Core, che vuó' da me?
 
Povero cuore, e come, com'è successo
che così tardi, alla mia età, mi sono perso.
Che perdere vuol dire chi è innamorato
e deve tenere questa pena nascosta.

Cuore, cosa vuoi da me?
 
Essa è ll'aurora, io só' comm' 'o tramonto.
Essa è ll'ammore, i' sóngo 'o sentimento.
Essa mme stima, io 'a voglio bene tanto.

Core, che dice tu?
 
Lei è l'aurora, io sono come il tramonto.
Lei è l'amore, io sono il sentimento.
Lei mi stima, io le voglio bene tanto.

Cuore, cosa dici tu?
 
Chiagne pe' chi vò' bene e nun 'a cura.
'E chiagnere nun sente chistu core
ca fa nuttate chiare, chiare, chiare.

Core, che vuó' da me?
Core, che dice tu?
Core, che vuó' da me?
 
Piange per chi vuol bene e non la cura.
Non sente piangere questo cuore
che fa nottate chiare, chiare, chiare.

Cuore, cosa vuoi da me?
Cuore, cosa dici tu?
Cuore, cosa vuoi da me?
 
Tiene vint'anne fino a quanno muore
ca i' nun 'e ttengo cchiù,
poveru core.

Chiagne pe' chi vò' bene e nun 'a cura.
'E chiagnere nun sente chistu core
ca fa nuttate chiare, chiare, chiare.
 
Ha vent'anni fino a quando nuore,
perchè io non li ho più,
povero cuore.

Piange per chi vuol bene e non la cura.
Non sente piangere questo cuore
che fa nottate chiare, chiare, chiare.
 
Core che vuó' da me?
Core che dice tu?
Core che vuó' da me?

Tiene vint'anne fino a quanno muore
ca i' nun 'e ttengo cchiù,
poveru core.
Cuore, cosa vuoi da me?
Cuore, cosa dici tu?
Cuore, cosa vuoi da me?

Ha vent'anni fino a quando nuore,
perchè io non li ho più,
povero cuore.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia