SANTA LUCIA


(Cossovich, Cottrau – 1850)


 
Comme se frìcceca
la luna chiena,
lo mare ride,
ll'aria è serena.
Vuje che facite
'mmiez'a la via?
Santa Lucia.
Santa Lucia.
 
Come si emoziona
la luna piena,
il mare ride,
l'aria è serena.
Voi che fate
per strada?
Santa Lucia.
Santa Lucia.
 
Stu viento frisco
fa risciatare
chi vò' spassarse
jènno pe' mare.
E' pronta e lesta
la varca mia.
Santa Lucia.
Santa Lucia.
 
Questo vento fresco,
fa rifiatare,
chi vuole spassarsela
andando per mare.
E' pronta e veloce
la mia barca.
Santa Lucia.
Santa Lucia.
 
La tènna è posta
pe' fà na cena.
E quanno stace
la panza chiena,
non c'è la mìnema
melanconia.
Santa Lucia.
Santa Lucia.
 
La tovaglia è stesa
per cenare.
E quando si ha
la pancia piena,
non c'è la minima
malinconia.
Santa Lucia.
Santa Lucia.
 
Pòzzo accostare
la varca mia?
Santa Lucia.
Santa Lucia.
Posso accostare
la mia barca?
Santa Lucia.
Santa Lucia.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia