SCAPRICCIATIELLO


(Vento, Albano – 1954)


 
"Scapricciatiellu1 mio, vatténne â casa
si nun vuó' jì 'ngalèra, 'int'a stu mese".

Comme te ll'aggi' 'a dì ca nun è cosa?
Chella nun è pe'tté, chella è na 'mpesa.
Che vène a dì ch'è bella cchiù 'e na rosa
si po' te veco 'e chiagnere annascuso?
Làssala, siente a me, ca nun è cosa.
 
"Scapricciatiello1 mio, vattene a casa
se non vuoi andare in galera, questo mese".

Come te lo devo dire che non è il caso?
Quella non è per te, è una poco di buono.
Cosa vuol dire che è bella più di una rosa
se poi ti vedo piangere di nascosto?
Lasciala, ascoltami, che non è il caso.
 
Tu, p' 'a bionda, si' troppo onesto,
chella è fatta pe' ll'ommo 'nzisto.
Alluntànate 'a 'sta "maésta"
ca te pierde, figlio 'e mammà.
Nun 'o vvide ca te repassa?
Te ciancéa cu ciento mosse.
T' 'o ffà credere e po' te lassa.
Te fa perdere 'a libertà.
 
Tu, per la bionda, sei troppo onesto,
quella è fatta per l' uomo duro.
Allontanati da questa "maestra"
che ti perdi, figlio di mamma.
Non lo vedi che ti prende in giro?
Ti seduce con mille smorfie.
Ti illude e poi ti lascia.
Ti fa perdere la libertà.
 
Tutt' 'e mmatine, mamma, dint' 'a cchiesa,
prega, pe' te, 'a Madonna e nun repòsa.
Jett' 'o curtiello, nun fà 'o smaniuso,
si no tu vaje 'ngalèra e 'a bionda sposa.
Curre add' 'a vecchia, va', cércale scusa.
 
Tutte le mattine, tua mamma, in chiesa,
prega, per te, la Madonna e non riposa.
Butta il coltello, non fare l'esagitato,
se no tu vai in galera e la bionda si sposa
corri dalla vecchia, va', chiedile scusa.
 
Tu p' 'a bionda si' troppo onesto,
……………………………………….

"Scapricciatiellu mio, vatténne â casa
si nun vuó' jì 'ngalèra, 'int'a stu mese".
Tu per la bionda sei troppo onesto,
………………………………………….

"Scapricciatiello mio, vattene a casa
se non vuoi andare in galera, questo mese".


1 Appellativo affettuoso per indicare un ragazzo discolo e scapestrato.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia