SCURRIATO SCHIOCCA


(Langella, Rendine – 1951)


 
Na casarella cu n'albero 'e noce,
na cappelluccia, nu santo e na croce,
na vicchiarella nun trova cchiù pace
e a chillu santo nu vuto lle fa.
Tene 'a figlia capricciosa,
ll'arrevota chella casa,
nu figliulo nun reposa,
na carretta vène e va.
 
Una casetta con un albero di noci,
una cappelletta, un santo e una croce,
una vecchietta non trova più pace
e quel santo un voto vuol fare.
Ha la figlia capricciosa,
le rivolta quella casa,
un figliolo non riposa,
una carretta viene e va.
 
Scurriato, schiocca.
Scurriato, schiocca.
Cu 'a speranza ca segno lle fa,
sferza ll'aria pe' farla affaccià,
sferza 'o core malato che sta.
 
Frusta, schiocca.
Frusta, schiocca.
Con la speranza che gli faccia segno,
sferza l'aria per farla affacciare,
sferza il cuore malato che ha.
 
'O carrettiere soffre e nun se lagna,
che malu segno,
ohé.
 
Il carrettiere soffre e non si lagna,
che brutto segno,
ohé.
 
Chella nun vede 'a carretta ca passa,
vede surtanto na machina 'e lusso
e nun se 'mporta si 'a vita perdesse,
pure si 'a mamma putesse murì.
Se n' 'è ghiuta 'a chella casa,
s'è sciupata chella rosa.
E' passato giá nu mese,
nun se vede cchiù 'e turnà.
 
Quella non vede la carretta che passa,
vede soltanto una macchina di lusso
e non le importa se dovesse perdere la vita,
se la madre possa morire.
Se ne è andata da quella casa,
s'è sciupata quella rosa.
E' passato già un mese,
non si vede più tornare.
 
Scurriato, schiocca.
……………………..
 
Frusta, schiocca.
………………….
 
Na cappelluccia nun tene cchiù luce,
na vicchiarella nun trova cchiù pace.

'O carrettiere soffre pe' n'ammore.
Una cappelletta non ha più luce,
una vecchietta non trova più pace.

Il carrettiere soffre per un amore.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia