SE CHIAMMA: MISTERO


(Bugni, Valente – 1926)


 
Quanno stu core te chiamma,
dint'a stu pietto mme sento
comme â 'ntrasatto na fiamma
fosse sbattuta da 'o viento.
Ma 'sta fiamma d'ammore
chisà che vène a dì.
Pecché mme tremma 'o core
mo ca luntana si'?
 
Quando questo cuore ti chiama,
in questo petto mi sento
come se all'improvviso una fiamma
fosse sbattuta dal vento.
Ma questa fiamma d'amore
chissà cosa viene a dire.
Perchè mi trema il cuore
ora che sei lontana?
 
Ma ce sta nu penziero
ca tutt' 'e core astregne e fa tremmà.
Stu penziero se chiamma: Mistero.
Stu mistero se chiamma chisà.
 
Ma c'è un pensiero
che tutti i cuori stringe e fa tremare.
Questo pensiero si chiama: Mistero.
Questo mistero si chiama chissà.
 
Scrivo e chiagnenno io te dico:
"Statte cuntenta, io sto bene".
Tu dice 'o stesso cu mico.
Ma dint' 'o core che tiene?
'Nnammurate luntane.
Quanto io vurrìa sapé
si tu, quanno è dimane,
vuó' bene ancora a me.
 
Scrivo e piangendo ti dico:
"Sii contenta, io sto bene".
Tu dici lo stesso con me.
Ma cos' hai nel cuore?
Innamorati lontano.
Quanto vorrei sapere
se tu, quando è domani,
vuoi bene ancora a me.
 
Ma ce sta nu penziero
…………………………
 
Ma c'è un pensiero
……………………..
 
Quanta 'mmasciate aggi'avuto
da na perzona fidata.
Maje mme ll'aggio creduto
ca tu te fusse cagnata.
'E mistere d' 'o core
nisciune 'e ppò sapé.
Tu mme giurave ammore
e nun penzave a me.
 
Quanti messaggi ho avuto
da una persona fidata.
Mai ci ho creduto
che tu fossi cambiata.
I misteri del cuore
nessuno li può sapere.
Tu mi giuravi amore
e non pensavi a me.
 
Mo mme dice 'o penziero,
dimane qua' destino 'o sujo sarrà?
Ma 'o destino se chiamma: Mistero
e 'o dimane se chiamma chisà.
Ora mi dice il pensiero,
domani quale destino la attenderà?
Ma il destino si chiama: Mistero
e il domani si chiama chissà!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia