SENZA 'E TE



 
Sbattono ll'onne 'nfacci'a 'sta banchina,
comme stu core sbatte 'mpiett'a me.
E, sott' 'o sole e sott'a luna chiena,
io vaco sfrennesianno senz' 'e te.
pecché, Marí', te voglio troppo bene,
ma tu nun siente: staje luntano 'a me.
 
Sbattono le onde in faccia a questa banchina,
come questo cuore sbatte nel mio petto.
E, sotto il sole e sotto la luna piena,
io sto impazzendo senza di te,
perchè, Maria, ti voglio troppo bene,
ma tu non senti: sei lontana da me.
 
Te penzo, te desidero e 'int' 'e suonne,
'int'a sti suonne doce, io vaso a te,
ma po', comme fa 'o mare e comm'a ll'onne,
tu te ne vaje luntano…ma pecché?
E io resto triste e sulo senza 'e te.

E io resto triste e sulo senza 'e te.
 
Ti penso, ti desidero nei sogni,
in questi dolci sogni, io bacio te,
ma poi, come fa il mare e come le onde,
tu te ne vai lontano, ma perchè?
E io resto triste e solo senza di te.

E io resto triste e solo senza di te.
 
Sti lluce a mare parono brillante
comm'a chist'uocchie che lùceno pe' me.
E io, pe' st'ammore, perdo tutt' 'o chianto
si tu, Marí', nun tuorne 'mbracci'a me.
Pe' 'sta passione ca mme dá turmiente,
mme perdo e tu t'hê 'a perdere cu me.
 
Queste luci in mare sembrano brillanti
come questi occhi che brillano per me.
E io, per questo amore, perdo tutto il pianto
se tu, Maria, non torni tra le mie braccia.
Per questa passione che mi dà tormenti,
mi perdo e tu ti devi perdere con me.
 
Te penzo, te desidero e 'int' 'e suonne,
………………………………………………
 
Ti penso, ti desidero nei sogni,
……………………………………
 
E io resto triste e sulo senza 'e te.
E io resto triste e sulo senza 'e te.
E io resto triste e solo senza di te.
E io resto triste e solo senza di te.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia