SETTEMBRE CU'MME'


(Fiore, Vian – 1961)


 
Alba 'e settembre,
sole 'int'a ll'ombra.
Na rundinella, partenno,
ha scritto p' 'o cielo: "Addio".
 
Alba di settembre,
sole nell'ombra.
Una rondinella, partendo,
ha scritto nel cielo: "Addio".
 
E mo
ca mme dice "Addio" pure tu,
parte tutt' 'o munno cu'tté,
sulo settembre resta cu'mmé.
E mo,
tutt' 'e ccose belle, che só'?
Niente, nun só' niente pecché
sulo settembre resta cu'mmé.
Notte prufumate 'e suonne
sott' 'o chiaro 'e luna
passàte cu'tté.
Spiagge, ricamate 'e mare,
sott' 'o cielo d'oro
cu'tté: "Addio".
E mo
ca mme dice: "Addio" pure tu,
perdo tutt' 'o munno cu'tté,
sulo settembre resta cu'mmé.

Settembre, sulo settembre resta cu'mmé.
E ora
che mi dici "Addio" anche tu,
parte tutto il mondo con te,
solo settembre resta con me.
E ora,
tutte le cose belle, cosa sono?
Niente, non sono niente perchè
solo settembre resta con me.
Notti profumate di sogni
sotto il chiaro di luna
passate con te.
Spiagge, ricamate di mare,
sotto il cielo d'oro
con te: "Addio".
E ora
che mi dici "Addio" anche tu,
parte tutto il mondo con te,
solo settembre resta con me.

Settembre, solo settembre resta con me.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia