SFURTUNATELLA



 
Sfurtunatella mia, sfurtunatella,
si' sfurtunata assaje 'ncopp'a 'sta terra.
Cantava pe' n'ammore 'sta vucchella,
po', chill'ammore, se ne jètte 'nguerra.
E nun turnaje maje cchiù stu surdatiello.
 
Sfortunatella mia, sfortunatella,
sei molto sfortunata su questa terra.
Cantava per un amore questa boccuccia,
poi, quell'amore, se ne andò in guerra.
E non tornò mai più questo soldatino.
 
Sfurtunatella, sfurtunatella,
stu core tujo nun vò' carrozze e ville,
fa 'ammore 'ncopp' 'e scelle 'e n'angiulillo.
Ma 'ncielo io veco, oje né', na brutta stella.
Sarrà destino ch'hê 'a murì zetella.
Sfurtunatella.
 
Sfortunatella, sfortunatella,
questo tuo cuore non vuole carrozze e ville,
far l'amore sulle ali di un angioletto.
Ma in cielo vedo, oh bimba, una brutta stella.
Sarà destino che devi morire zitella.
Sfortunatella.
 
Io saccio tutto 'e te, core 'nnucente.
Cunosco 'a casa addó' tu chiagne assaje,
te trattano accussì malvagiamente
'a quanno papà tujo t'abbandunaje,
'a quanno tiene 'ncore stu turmiento.
 
Io so tutto di te, cuore innocente.
Conosco la casa dove piangi molto,
ti trattano così male
da quando tuo padre ti abbandonò,
da quando hai nel cuore questo tormento.
 
Sfurtunatella, sfurtunatella,
……………………………….
 
Sfortunatella, sfortunatella,
……………………………….
 
Ajere ô juorno, fore â Parrucchièlla,
stive fermata pe' vedé a na sposa.
Primma cacciaste quacche lacremèlla,
po' 'sta faccélla 'e chianto s'era 'nfosa,
meraviglianno 'e spuse e 'e ccummarelle.
 
Ieri pomeriggio, in piazza Parrucchiella,
eri ferma per vedere una sposa.
Prima ti scappò qualche lacrima,
poi, questo faccino di pianto si era bagnato,
meravigliando le spose e le amiche.
 
Sfurtunatella, sfurtunatella,
……………………………….
 
Sfortunatella, sfortunatella,
……………………………….
 
Sfurtunatella, sfurtunatella,
cchiù sfurtunata si' d' 'a sartulella,
cchiù sfurtunata assaje d' 'a cafuncèlla.
'Ncielo ce sta, pe' te, na brutta stella.
Sarrà destino ch'hê 'a murì zetèlla.
Sfurtunatella.
Sfortunatella, sfortunatella,
sei più sfortunata della sarta,
sei più sfortunata della cafona.
In cielo io vedo, oh bimba, una brutta stella.
Sarà destino che devi morire zitella.
Sfortunatella.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia