SUSPIRO 'E CAPEMONTE


(Federici, Lama – 1935)


 
Mm'aggio sunnato a te
dint'a nu ciardeniello a Capemonte,
addó' nce passa Ammore eternamente
e ll'usignuolo 'mmiez'ê ffronne canta.
E tu cantave, appassiunatamente,
nu riturnello 'e coppa Capemonte.
 
Ho sognato te
in un giardinetto di Capodimonte,
dove passa Amore eternamente
e l'usignolo tra le foglie canta.
E tu cantavi, appassionatamente,
un ritornello di Capodimonte.
 
Viene a gudé cu'mmé
st'aria 'e ciardine,
viene a cantà cu'mmé
tutt' 'e ccanzone.
E quante cchiù ne vuo',
rose e cerase,
io tante te ne dó'
'nzieme cu 'e vase.
 
Vieni a goderti con me
quest'aria dei giardini,
vieni a cantare con me
tutte le canzoni.
E quante più ne vuoi,
rose e ciliege,
io te ne do
insieme ai baci.
 
Vurrìa campà cu'tté
e te vulesse vestere 'e brillante,
ma chistu core nun è possidente,
e 'o core buono è nu sincero amante,
ch'è ricco 'e tanta belli sentimente,
pe'tté ca si' 'a cchiù bella 'e Capemonte.
 
Vorrei vivere con te
e vorrei vestire di brillanti,
ma questo cuore non è abbiente,
e il cuore buono è un buon amante,
che è ricco di tanti bei sentimenti,
per te che sei la più bella di Capodimonte.
 
Viene a gudé cu'mmé
…………………………
 
Vieni a goderti con me
………………………….
 
Vurrìa stà 'mbracci'a te,
a Capemonte, quanno tutt'è pace
e 'a luna, 'mmiez'ê ffronne, tremma e luce
cu 'a faccia malinconica e felice.
E tu mme suspirasse sottavoce:
"A Capemonte avimmo fatto pace".
 
Vorrei stare tra le le tue braccia,
a Capodimonte, quando tutto è in pace
e la luna, tra le foglie, trema e splende
con la faccia malinconica e felice.
E tu che mi sospiri sottovoce:
"A Capodimonte abbiamo fatto pace".
 
Viene a gudé cu'mmé
…………………………
Vieni a goderti con me
………………………….

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia