TARANTELLA SEGRETA


(R. Viviani)


 
Bella,
zitta, tu nun ll'hê 'a dì
ch' 'ammore tujo sóngh'i'.
Sottavoce torna a giurà
ca nun mm'hê maje 'a lassà.
Nun fidarte, nun fà capì
ch' 'ammore tujo sóngh'i'.
 
Bella,
zitta, tu non lo devi dire
che l'amore tuo sono io.
Sottovoce giura di nuovo
che non mi devi mai lasciare.
Non fidarti, non far capire
che l'amore tuo sono io.
 
Damme 'a vocca pe' te vasà.
Saccio 'e vase ca mme saje dà.
Vase cianciuse
ca 'e musse 'nfuse
ce fanno fà.
Troppo fucuse,
luonghe e azzeccuse
pe' c' 'e scurdà.
Ah, ah.
Cu 'a stanza ô scuro,
chin' 'e paura,
senza sciatà.
Comme a chi arrobba,
tremmanno, c'îmm' 'a vasà.
 
Dammi la bocca per baciarti.
Conosco i baci che mi sai dare.
Baci dolci
che le bocce bagnate
ci fanno diventare.
Troppo focosi,
lunghi e appiccicosi
per dimenticarci.
Ah, ah.
Con la stanza al buio,
pieni di paura,
senza fiatare.
Come chi ruba,
tremando, ci dobbiamo baciare.
 
Bella,
ll'ommo ca sta cu te
è tanto amico a me.
Si lle faccio 'sta 'nfamità,
è pecché saje vasà.
Stu segreto ha da rummané
tra tutt'e duje, Carmè'.
 
Bella,
l'uomo che sta con te
mi è molto amico.
Se gli faccio questa infamia,
è perchè sai baciare.
Questo segreto deve rimanere
tra tutti e due, Carmela.
 
Damme 'a vocca pe' te vasá.
Stammo sule, mo mm' 'e ppuó' dà.
Vase cianciuse
ca 'e musse 'nfuse
ce fanno fà.
Date annascuso,
cu 'e pporte 'nchiuse,
senza scuccà.
Ah, ah.
Sti vase forte
ca sulo 'a morte
cancellarrà,
sóngo,'e st'ammore,
tutt' 'a felicità.
Dammi la bocca per baciarti.
Siamo soli, ora me li puoi dare.
Baci dolci
che le bocce bagnate
ci fanno rimanere.
Dati di nascosto,
con le porte chiuse,
senza schioccare.
Ah, ah.
Questi baci forti
che solo la morte
cancellerà,
sono, di quest'amore,
tutta la felicità.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia