TU SI' NA COSA GRANDE


(Gigli, D. Modugno – 1964)


 
Tu si’ na cosa grande pe'mmé,
'na cosa ca mme fà 'nnamurà',
'na cosa che si tu guard'a mme,
je me ne moro accussì guardanno a te.
 
Tu sei una cosa grande per me,
una cosa che mi fa innamorare,
una cosa che se tu mi guardi
muoio così, guardandoti.
 
Vurria sapé' na cosa da te,
pecchè quanno me guardi accussì,
si pure tu te sient' 'e murì'
nom m' 'o dice e nun m' 'o faje capì',
ma pecchè.
 
Vorrei sapere una cosa da te,
perchè quando ti guardo così,
se anche tu ti senti morire
non me lo dici e non me lo fai capire,
ma perchè.
 
E dillo na vota sola
che pure tu stai tremmanno,
dimmi ca me vuò' bene
comm'io, comm'io, comm'io voglio bene a te.
 
E dillo una volta sola
che anche tu stai tremando,
dimmi che mi vuoi bene
come io, come io, come io voglio bene a te.
 
Tu sì na cosa grande pe'mmé
na cosa ca tu stessa nun saje,
na cosa ca nun aggio avuto maje,
nu bene accussì, accussì grande.
 
Tu sei una cosa grande per me,
una cosa che tu stessa non sai,
una cosa che non ho avuto mai,
un bene così, così grande.
 
Si pure tu te sient' 'e murì'
nun m' 'o ddice e nun m' 'o faje capi',
ma pecche'.
 
Se anche tu ti senti morire
non me lo dici e non me lo fai capire,
ma perchè.
 
E dillo na vota sola
che pure tu stai tremmanno,
dimmi ca me vuò' bene
comm'io, comm'io, comm'io voglio bene a te.
 
E dillo una volta sola
che anche tu stai tremando,
dimmi che mi vuoi bene
come io, come io, come io voglio bene a te.
 
Tu si’ 'a cosa grande pe'mmé
na cosa ca tu stessa nun saje,
na cosa ca nun aggio avuto maje,
nu bene accussì, accussì grande.
Accussì grande,
accussì grande.
Tu sei una cosa grande per me,
una cosa che tu stessa non sai,
una cosa che non ho avuto mai,
un bene così, così grande.
Così grande,
così grande.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia