Sabato 18/10/2003 – Decima giornata -
 
Il Napoli ringrazia Zamboni.
Il difensore pareggia su rigore. Vano l'assalto degli azzurri alla ricerca dei tre punti.
A Campobasso pioggia e freddo. Ospiti subito in vantaggio con Moscardelli.
 
NAPOLI – VICENZA 1 – 1 (A porte chiuse a Campobasso, S. Paolo squalificato)

Arbitro: Bergonzi di Genova.
Guardalinee: Camerota e Milardi

NAPOLI (3-4-2-1): Manitta, Zamboni, Carrera (6'pt Sogliano), Bonomi, Montervino (12'st Floro Flores), Marcolin, Vidigal, Tosto, Pasino, Zanini (31'st Vieri), Dionigi.
Panchina: Brivio, Portanova, Montesanto, Platone. All. Agostinelli.
VICENZA (4-4-2): Avramov, Vitiello, Paganin, Faisca, Rivalta, Padoin (29'st Guastalvino), Moscardi, Biondini, Bonanni (33'st Tamburini), Jeda (39'st De Martin), Rantier.
Panchina: Livossi, Magnani, , Okon, Baggio. All. Iachini.

MARCATORI: 6'pt Moscardi, 16'st Zamboni (r).

Il passo del gambero. Torna in dietro il Napoli, si riappropria della brutta abitudine casalinga. A domicilio, ancorché in campo neutro, non riesce a vincere. Riemerge la sua "pareggite", il Vicenza torna a casa con un punto. Smoccola, alla fine il Napoli, calamita e bersaglio di molte disgrazie. Sventurato in avvio di partita, si tira autolesionisticamente un colpo mancino. Pasticcio di Manitta, colpisce Moscardi, che mai avrebbe sospettato di indovinare il classico terno al lotto. Il resto è assalto senza sosta, spesso cieco, a dispetto della luce che distribuisce Pasino. Afferrato, preso, acciuffato su calcio di rigore ben tirato da Zamboni, difensore cannoniere della squadra, due gol finora, il pareggio è comunque arcimeritato, per quello che può giovare al Napoli in questo momento.
Freddo e pioggia. Anzi peggio, gelo e acqua a secchiate. Diluvia sul Napoli, all'alba nell'immancabile squallido, deprimente scenario dello stadio senza pubblico. Carrera deve fermarsi dopo il primo intervento a vuoto sull'incursione del francesino Rantier. Il Napoli privato del suo perno difensivo, la guida del reparto impermeabile fino a ieri. Agostinelli s'affida a Sogliano, trasloca al centro Bonomi, sulla sinistra si sistema Zamboni. Ma il diluvio di disgrazie sul Napoli non accenna a placarsi. Fallo di Vidigal a venticinque metri dalla porta e tutto sembra dover finire lì, sulla battuta dalla distanza, in due tempi, all'8'. Complice Manitta, il Vicenza trova un Jolly strepitoso quanto inaspettato. incontra due deviazioni, l'ultima di Bonomi, la botta di Moscardi, preferito da Iachini ad Okon, e il portiere s'impappina all'altezza del palo sinistro. Dovrebbe metterci i pugni, invece tenta la presa a fil di traversa. Pasticcio e gol. Prodigioso a Treviso, il portiere vive una serata non troppo felice. Manitta regala la replica a fine tempo: Rantier messo giù poco dentro l'area, tutto spostato sulla destra. Probabile fallo da rigore tramutato dall'arbitro in calcio di punizione. Manitta ammonito e la conferma: sul Napoli diluvia davvero.
La sequenza nel finale di primo tempo, con il portiere protagonista negativo, rappresenta l'eccezione ad una sorta di regola maturata dopo l'incredibile gol di Moscardi. Solo in quell'occasione il Vicenza è riuscito a venire fuori dalla sua metà campo, Mal portati, soprattutto mal rifiniti, quando il pallone non è passato dai piedi di Pasino, autore di pregevoli giocate da applausi, gli attacchi del Napoli assumono i connotati dell'attacco al fortino, con il passare dei minuti. Non riuscita però la manovra di aggiramento: fuori tono Tosto, mai all'indirizzo giusto i cross di Montervino, da destra. Zona mal presidiata dai vicentini, la fascia destra del Napoli poteva diventare altrimenti occasione per rifinire l'azione. Cambia qualcosa quando la corsia viene battuta da Zanini, in sovrapposizione. Impreciso quando deve rifinire il Napoli. Il Vicenza ammassato davanti ad Avramov, i giovani centrocampisti Padoin e Biondini abbandonano il pressing e si dedicano in esclusiva alla rottura sul limite della propria area. Cambierà divisa l'arbitro Bergonzi all'intervallo, rischiava di confondersi con Manitta. Di qualità, come detto, il lavoro di Pasino: Dionigi pescato libero a quattro metri da Avramov, precisa incornata costringe il portiere a rifugiarsi in corner. una palla-gol questa. Come l'altra, stavolta avventurosa. Flipper da calcio d'angolo, sembra destinata in rete la pedata finale di Bonomi, ma un vicentino ci mette lo stinco salva-porta. Il Napoli d'assalto, a modo suo: non il massimo. Il Vicenza è solo difesa, ostinata, efficace, ancorché non sempre lucida. Partita diventata monocorde non contempla più l'aspetto tattico, tantomeno quello modulare. Vidigal-Biondini, Marcolin-Moscardi e via andare: non esistono più coppie in campo.
Eccessivo ripiegamento vicentino consente al Napoli ripetute battute dalla piazzola del calcio d'angolo. E Vidigal trova l'incornata da gol, ma è giusto il riflesso di Avramov, per la parata che rinvia il pareggio. Arriva su calcio di rigore, il quarto a favore in questo campionato, il gol del Napoli. Meritato e scaccia incubo, al 16' della ripresa, dopo l'ingresso in campo di Floro Flores (seminatore di pericoli per i vicentini sulla fascia destra) per Montervino. Squadra ridisegnata, può accentrarsi Zanini. L'ennesimo corner è all'origine e della pazza mischia: viene giudicata da calcio di rigore la spinta di Paganin a Vidigal. Si esime lo specialista Dionigi, la botta dal dischetto di Zamboni fa giustizia di tutto.
Napoli rassegnato al pareggio? Proprio no, però neanche il Vicenza. Prodezza di Avramov, il pugno a stornare in angolo la palla-gol di Pasino, messo in moto da Floro Flores, non facile da contenere. Fa tutto bene il mancino, ma la conclusione da buona posizione è sbilenca. Tenta anche il Vicenza, ci prova con Jeda e Moscardi al 44': stavolta puntuale Manitta. Tentativi senza esito, come quelli del Napoli, malgrado l'ingresso di Max Vieri. Abbandonato anche dalla signora con la benda, il Napoli non sa vincere; gioca meglio in trasferta. Il quarto pareggio consecutivo gli serve a poco. Praticamente a niente.
 
MANITTA 5.5
ZAMBONI 6.5
CARRERA sv (6'pt Sogliano 5.5)
BONOMI 6.5
MONTERVINO 5 (12'st Floro Flores 6)
MARCOLIN 5.5
VIDIGAL 5.5
TOSTO 5
PASINO 6.5
ZANINI 6 (31'st Vieri sv)
DIONIGI 5
Agostinelli 5.5

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia