Sabato 05/05/2007 – Trentasettesima giornata -
 
Il Napoli si fa del male.
Regala gol ed espulsione. Maldonado e Montervino: è rissa.
 
MANTOVA – NAPOLI 1 – 0 (12000 spettatori)

Arbitro: Messina di Bergamo.
Guardalinee: Carretta e Carrer.

MANTOVA (4-2-3-1): Brivio, Mezzanotti, Notari, De Cesare (26'st Cristante), Franchini, Grauso, Brambilla (34'st Rizzi), Sommese (26'st Spinale), Caridi, Tarana, Godeas.
Panchina: Bellodi, Altinier, Avanzini, Bernacci. All. Di Carlo.
NAPOLI (3-5-2): Iezzo, Maldonado, Cannavaro, Domizzi (37'pt Rullo), Grava, Montervino (12'st Trotta), Gatti, Bogliacino (39'pt Dalla Bona), Savini, Sosa, Calaiò,.
Panchina: Gianello, Pià, Garics, Bucchi. All. Reja.

MARCATORI: 48'pt Caridi.

L’illusione di conservare il secondo posto resiste solo la prima mezz’ora. Poi per il Napoli va tutto a rotoli: due infortuni quasi in contemporanea (Domizzi e Bogliacino a metà del primo tempo), un gol al passivo (una deviazione impercettibile ma influente mette fuori causa Iezzo), un’espulsione ( follia di Maldonado), altre reti sventate nel finale grazie alle parate di Iezzo e a due legni.
Insomma, una sbandata prodotta da infortuni imprevisti ed altri evitabilissimi. Una battuta d’arresto, la quinta, che pure lascia il segno in classifica ma preoccupa per la prossima trasferta di Brescia: Maldonado, infatti, sarà squalificato; Bogliacino e Dalla Bona anche, perchè in diffida; Domizzi, Montervino e Sosa, infine, lamentano più o meno malanni seri.
E i nervi? Ne vogliamo parlare? Altro che squadra serena invocata da Reja alla vigilia, il Napoli tradisce un nervosismo latente che merita un intervento urgente di De Laurentiis e Marino. Maldonado prima s’attacca con i compagni di spogliatoio appena dopo il gol (Gatti e Montervino), poi restituisce una gomitata a Godeas sotto gli occhi di Messina. Per il Mantova, partito timoroso oltremisura, non diventa così più un’impresa aver ragione di questo Napoli sfortunato ed autolesionistico. I virgiliani accettano la sfida muscolare. Poi ci mettono anche l’astuzia quando Tarana toglie dalle mani il pallone a Gatti, batte la punizione con la sfera in leggero movimento, Caridi si porta a spasso Maldonado scaraventando un tiro che, deviato da Cannavaro, sorprende Iezzo in maniera inesorabile. Nell’occasione, le responsabilità vanno divise equamente. E a monte anche Reja sapeva che Maldonado non avrebbe potuto frenare Caridi. Così come Messina non avrebbe dovuto permettere la battuta con palla in leggero movimento. Ma si sa, il Napoli quando viene preso sulla velocità va in tilt. E se il centrocampo resta a guardare, il pericolo di subire è sempre dietro l’angolo.
Pur avendo disputato una buona prima mezzora di gioco, con Sosa sciupone oltremisura, il Napoli comincia la ripresa sotto di un gol. Ci sarebbe voglia e forza per rimontare. Ma passano tre minuti e Maldonado viene sanzionato con il rosso da Messina. Rifila una gomitata a Godeas dopo avergliela peraltro promessa. Restituisce quella che lui aveva subito un minuto prima. Ma non si fa e la follia costerà cara al Napoli. Così quando c’è da rimontare, i partenopei si ritrovano con un uomo in meno, subentra anche Trotta per Montervino ma cambia poco, né può entrare Pià perchè già effettuati i cambi.
Dall’altra parte, invece, il Mantova si gasa sempre di più. Dopo aver fatto trovare disco rosso alla Juventus, fa altrettanto con il Napoli. Di Carlo per tutta la ripresa ordina di sfruttare la superiorità numerica e di ripartire in quelle immense praterie: è bravo Iezzo ad impedire un passivo più pesante (interventi su Franchini e Caridi), poi lo salvano i legni in pieno recupero: palo di Rizzi e traversa di Spinale.
 
IEZZO 6.5
CANNAVARO 6.5
DOMIZZI 6 (37'pt Rullo 5.5)
MALDONADO 4
GRAVA 6.5
MONTERVINO 6 (12'st Trotta 5)
GATTI 5.5
BOGLIACINO 5 (39'pt Dalla Bona 5)
SAVINI 6.5
SOSA 5
CALAIO' 5.5

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia