19ª GIORNATA

Super Cavani. Napoli vola

Una tripletta dell’uruguaiano stende la Juventus. Napoli secondo

serieA
dom 09/01/11

NAPOLI

JUVENTUS

stadio San Paolo
58666 spettatori
napoli juventus  
arbitro Morganti 7
guardalinee Faverano – Stefani
quarto uomo Tagliavento

3

0

 
     
gol 20′pt Cavani ammonizione Traorè  
gol 27′pt Cavani ammonizione Pepe  
gol 9′st Cavani  
ammonizione Dossena  
ammonizione Hamsik  
ammonizione Maggio  

NAPOLI (3-4-2-1): De Sanctis, Campagnaro, Cannavaro, Grava, Maggio, Gargano, Pazienza, Dossena (23′st Aronica), Hamsik (33′st Yebda), Lavezzi, Cavani (39′st Sosa).
Panchina: Iezzo, Cribari, Zuniga, Dumitru. Allenatore: Mazzarri.
JUVENTUS (4-4-2): Storari, Grygera, Bonucci, Chiellini, Traoré (1′st Grosso), Krasic, Aquilani, Marchisio, Pepe (21′st Motta), Amauri (7′st Del Piero), Toni.
Panchina: Manninger, Legrottaglie, Salihamidzic, Giannetti. Allenatore Delneri.


Ritornano le notti magiche del San Paolo… un Napoli stellare, guidato da un Cavani stratosferico affossa la Juventus che per il quarto anno consecutivo torna con 0 punti dal San Paolo che, ancora una volta, fa segnare il tutto esaurito e spinge i propri beniamini alla vittoria. Da brividi i momenti finali, con tutto lo stadio che intona “‘O surdato ‘nnammurato” per festeggiare la vittoria.
Napoli che si presenta in campo con la stessa formazione che giovedì ha perso a San Siro, con Mazzarri che opta per un solo avvicendamento in difesa, dove Grava prende il posto di Aronica. Juventus, invece, in grave emergenza, con Iaquinta e Quagliarella infortunati e Felipe Melo squalificato: tocca quindi al nuovo arrivato Toni, affiancato da Amauri, mentre Del Piero si accomoda in panchina.
Nei primi minuti la partita vive dei momenti di studio fino al 7′, quando Maggio, nel tentativo di chiudere su Pepe, da pochi passi alleggerisce su De Sanctis che blocca senza problemi nonostante il colpo di testa del compagno di quadra fosse un po’ troppo forte. Al 15′ tocca al Napoli rendersi pericoloso: con un colpo di tacco Lavezzi smarca Dossena sulla sinistra, il cui tiro cross è smanacciato in mezzo all’area da Storari, ma nessuno riesce ad intervenire sulla palla vagante. Ma l’appuntamento con il gol è solo rimandato. Infatti, al 19′ il Napoli passa: l’azione parte dai piedi di Lavezzi che serve Gargano, il quale vede Maggio sulla destra che, in corsa, crossa un pallone invitante in mezzo all’area sul quale si avventa Cavani che, dimenticato dai difensori juventini, ha tutto il tempo per prendere la mira e, di testa, appoggiare il pallone alle spalle dell’incolpevole Storari. La reazione degli ospiti non si fa attendere. Già al 22′ De Sanctis salva il risultato con una grande parata su tiro dal limite di Amauri. Sul calcio d’angolo Toni anticipa tutti e mette in rete di testa, ma il suo gol viene annullato per una carica sul portiere. Passata la paura, il Napoli ritorna a macinare gioco e, al 25′, Cavani avrebbe tra i piedi la palla del 2-0, ma il guardalinee segnala giustamente il fuorigioco dell’attaccante uruguaiano. Ma l’urlo del San Paolo si alza un minuto dopo: cross dalla sinistra di Dossena e, ancora una volta, il numero 7 partenopeo stacca quasi indisturbato e, di testa, firma la doppietta anticipando Traorè. I padroni di casa non mollano e, nonostante il doppio vantaggio, continuano a pressare e a creare occasioni, rendendosi pericolososi soprattutto con numerosi calci d’angolo. Nella Juventus solo Krasic riesce a fare qualcosa, ma non basta, il primo tempo si chiude sul punteggio di 2-0.
Nella ripresa ci si aspetta l’ingresso di Del Piero, ma Del Neri inserisce solo Grosso al posto di Traorè. Come nella prima frazione, gli ospiti creano la prima occasione, con Amauri che, di testa, costringe De Sanctis ad un altro miracolo. Il Napoli sembra in affanno e la juventus cerca di approfittarne inserendo anche Del Piero al posto di Amauri. Ma i partenopei, al contrario della partita persa contro l’Inter, non si sgretola con il passare dei minuti e chiude subito il conto: all’8′ Lavezzi lascia sul posto un paio di avversari e si invola per vie centrali, buon movimento di Hamsik che viene servito sul filo del fuorigioco; lo slovacco alza la testa e pennella un pallone perfetto per l’accorrente Cavani che, in tuffo, firma la sua prima tripletta con la maglia azzurra del Napoli. A questo punto la partita si fa in discesa per i partenopei, mentre la Juventus si disunisce e non riesce ad imbastire azioni d’attacco degne di nota. Infatti, come nel primo tempo, gli ospiti si affidano a continui lanci lunghi che sono costantemente preda dei difensori napoletani. Ci sarebbe spazio anche per il 4-0, al 18′, con un contropiede di Lavezzi che salta tutta la difesa ospite, ma, sul più bello, sbaglia l’appoggio per Cavani che si trovava da solo davanti al portiere. I minuti che rimangono non riservano particolari emozioni, ma il Napoli controlla agevolmente la partita fino alla fine.
Dopo la festa è già tempo di pensare alla prossima sfida. Il calendario è favorevole e i partenopei sono attesi da un’altra partita casalinga, questa volta contro la Fiorentina, avversario ostico ma non impossibile. Dove arriverà questa squadra?
 
DE SANCTIS 7
CAMPAGNARO 7
CANNAVARO 7
GRAVA 7
MAGGIO 7
GARGANO 6.5
PAZIENZA 6.5
DOSSENA 7 (23′st Aronica 6)
HAMSIK 7 (33′st Yebda sv)
LAVEZZI 7
CAVANI 9 (39′st Sosa sv)
MAZZARRI 7

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia