38ª GIORNATA

Il Napoli delle riserve pareggia con la Juve

Finisce in pareggio l’ultima partira di campionato. Primo gol per Lucarelli

serieA
dom 22/05/11

JUVENTUS

NAPOLI

stadio Olimpico
23389 spettatori
juventus napoli  
arbitro Rizzoli 5
guardalinee Stefani – Faverani
quarto uomo Romeo

2

2

 
     
gol 2′st Chiellini gol 22′pt Maggio  
gol 39′st Matri gol 25′st Lucarelli  
ammonizione Chiellini ammonizione Ruiz  
ammonizione Marchisio ammonizione Mascara  
ammonizione Barzagli ammonizione Gargano  

JUVENTUS (4-4-2): Buffon, Salihamidzic, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Krasic (30′st De Ceglie), Marchisio, Aquilani, Pepe (1′st Boniperti), Del Piero, Toni (26′st Matri).
Panchina: Storari, Martinez, Sorensen, Giandomenico. Allenatore: Del Neri.
NAPOLI (3-4-2-1): De Sanctis, Santacroce, Cribari, Ruiz, Maggio, Gargano, Maiello (22′st Hamsik), Zuniga, Sosa (8′st Lavezzi), Mascara, Lucarelli (41′st Aronica).
Panchina: Gianello, Grava, Cannavaro, Dossena. Allenatore: Mazzarri.


Finisce con un pareggio l’ultima partita della stagione 2010-2011 che, con Napoli e Juventus ormai senza obiettivi, ha visto i partenopei schierare numerose riserve che hanno onorato l’impegno mettendo in difficoltà una squadra che anche in questa gara ha dimostrato di avere molte lacune.
Del Neri sceglie Salihamidzic come esterno di difesa, mentre Toni viene preferito (inspiegabilmente) a Matri. Mazzarri schiera solo De Sanctis e Maggio dei suoi “titolarissimi”, mentre Hamsik e Lavezzi si accomodano in panchina, con Lucarelli in campo alla ricerca del suo primo gol in azzurro dopo una stagione sfortunata e Maiello, classe ’91, che fa il suo esordio dal primo minuto.
Dopo un fase di studio preliminare, è il Napoli ad essere subito pericoloso, al 4′, con Maiello che lancia nello spazio Lucarelli che, accortosi dell’accenno di uscita da parte di Buffone, cerca di sorprenderlo con un pallonetto da fuori area che si perde di poco a lato. La Juventus risponde subito nell’azione successiva con Toni che sfrutta di testa un cross arrivato direttamente da un calcio di punizione di Del Piero, ma anche in questo caso il pallone si spegne di poco oltre il palo. All’8′ i padroni di casa vanno ancora vicini alla rete con un gran tiro da fuori area del loro capitano che si infrange sulla traversa. Ma il Napoli non ci sta e, al 13′, si rende pericoloso con Lucarelli che cerca la sponda di testa verso Mascara che, sotto porta, non arriva sul pallone di un soffio. Quattro minuti più tardi, Maggio trova Lucarelli nell’area piccola che indirizza il pallone verso la porta a colpo sicuro, ma uno strepitoso Buffon smanaccia sulla traversa. Il gol è nell’aria e, infatti, al 21′, Sosa recupera un pallone sulla destra e crossa in area dove Maggio è il più veloce di tutti e, di testa, trafigge l’estremo difensore juventino. Al 31′ si rivede Del Piero, unico de suoi a non darsi mai per vinto, che su calco di punizione dal limite colpisce la traversa con De Sanctis immobile. E’ l’ultima emozione del primo tempo.
La seconda frazione comincia con la Juventus in attacco alla ricerca del gol del pareggio che, inaspettatamente, arriva subito. Ruiz svirgola clamorosamente un facile pallone concedendo un calcio d’angolo sul quale Toni indirizza la sfera verso De Sanctis che non trattiene e la rinvia proprio nella zona di Chiellini che, da due passi, appoggia comodamente in rete. Raggiunto il pareggio, i ritmi della partita rallentano di molto, con il Napoli che mantiene una leggera supremazia, non concretizzata però neanche dagli ingressi di Lavezzi e Hamsik. Fino al 24′, quando lo slovacco guadagna un calco d’angolo che l’attaccante argentino scodella in area dove Lucarelli, con un gran colpo di testa, mette il pallone lì dove Buffon non può arrivare, riportando gli azzurri in vantaggio. Il Napoli sembra riuscire a controllare la partita, ma al 39′, un eccesso di “confidenza” nel disimpegno difensivo consente a Chiellini di recuperare il pallone sulla trequarti e rilanciare il contropiede sul quale Matri si trova da solo davanti a De Sanctis che non riesce ad intercettare il tiro. C’è solo il tempo per un’ultima emozione con Lavezzi che, dopo aver mandato in ambasce la difesa avversaria, non riesce ad angolare abbastanza il tiro, consentendo a Buffon di deviare il pallone in calcio d’angolo.
Cala così il sipario su questa stupenda stagione che ha visto il Napoli tornare da protagonista in Europa e lottare fino a poche giornate dal termine anche per lo scudetto. Ora è tempo di programmare il futuro e allestire una squadra che possa fare bella figura anche in Champions League.
 
DE SANCTIS 5.5
SANTACROCE 6.5
CRIBARI 6
RUIZ 6
MAGGIO 7
GARGANO 6
MAIELLO 6 (22′st Hamsik 6)
ZUNIGA 7
SOSA 6 (8′st Lavezzi 5.5)
ZUNIGA 6.5 (25′st Yebda 6)
LUCARELLI 7
MAZZARRI 6.5

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia