3ª GIORNATA

Il Napoli schianta il Milan


Tripletta di Cavani, i Campioni d’Italia devono inchinarsi

serieA
dom 18/09/11

NAPOLI

MILAN

stadio San Paolo
51025 spettatori
napoli milan  
arbitro Tagliavento 5
guardalinee Grilli – Rosi
quarto uomo Celi

3

1

 
     
gol 14′pt Cavani gol 12′pt Aquilani  
gol 36′pt Cavani ammonizione Nocerino  
gol 5′st Cavani ammonizione Pato  
ammonizione Aronica ammonizione Nesta  
ammonizione Gargano ammonizione Antonini  
ammonizione Cavani  

NAPOLI (3-4-2-1): De Sanctis, Campagnaro, Cannavaro, Aronica, Maggio, Gargano, Inler, Dossena (33′st Zuniga), Hamsik (19′st Dzemaili), Lavezzi (37′st Pandev), Cavani.
Panchina: Rosati, Fernandez, Santana, Mascara. Allenatore: Mazzarri.
MILAN (4-3-1-2): Abbiati, Abate, Nesta, Thiago Silva, Bonera (20′st Antonini), Nocerino, Van Bommel (20′s. Emanuelson), Seedorf, Aquilani (32′st El Shaarawy), Pato, Cassano.
Panchina: Amelia, Yepes, Taiwo, Valoti. Allenatore: Allegri.


Un Napoli quasi perfetto rimonta il Milan e vince grazie ad un immenso Cavani, ma anche per merito di un centrocampo che, con l’inserimento di Inler, ha trovato nuova linfa, soprattutto in Gargano che sembra completamente un altro giocatore accanto allo svizzero.
Il Napoli si presenta in campo con la formazione tipo, recuperando Lavezzi, in dubbio fino all’ultimo per una forte contusione ad un tallone rimediata nella partita di mercoledì a Manchester. Allegri, invece, deve fare a meno di Gattuso, Ambrosini, Boateng e Ibrahimovic, proponendo la coppia Van Bommel – Aquilani a centrocampo, con Seedorf a supporto delle due punte Cassano e Pato.
I primi minuti della partita non regalano grani emozioni, ma nonostante la fase di studio, sembra essere il Milan la squadra a controllare il gioco, ma, al 12′, gli ospiti passano inaspettatamente in vantaggio: Cassano riceve palla sulla destra, stoppa il pallone e vede l’inserimento di Aquilani che, tutto solo, scavalca De Sanctis con un preciso colpo di testa. Il Napoli sembra frastornato, ma, per fortuna riesce subito a rimettere le cose a posto: Al 14′ Lavezzi batte in area una punizione, sulla quale svetta Maggio, il cui colpo di testa si trasforma in un assist per Cavani che, da posizione leggermente defilata, scarica un destro al volo che passa sotto le gambe di Abbiati facendo esplodere il San Paolo. Aver subito rimesso le cose a posto, consente agli azzurri di recuperare immediatamente fiducia e, soprattutto, di poter continuare ad affrontare i rossoneri così come programmato, con una tattica leggermente attendista per poter poi colpire in contropiede. E infatti, già al 19′, i partenopei creano un’altra occasione da gol con Dossena che, dopo una lunga cavalcata sulla fascia sinistra, serve l’accorrente Cavani che non riesce a trovare un buon impatto con il pallone e l’estremo difensore rossonero riesce ad intervenire. Passata la paura il Milan sembra arretrare un po’ il proprio baricentro, anche se De Sanctis è costretto ad uscire tra i piedi di Nocerino che si stava avvicinando pericolosamente alla porta. Al 35′, la svolta: Gargano ruba palla nella propria trequarti e, dopo una cavalcata di 50 metri, si presenta al cospetto dei difensori del Milan e, con un tocco laterale, smarca Cavani e trafigge ancora Abbiati con un tiro potentissimo. Prima della fine, c’è ancora il tempo per due emozioni. La prima, al 38′, vede protagonista Cassano che, con un tiro ravvicinato impegna De Sanctis, la seconda, invece, al 44′, è ancora più pericolosa con il portiere azzurro che compie un vero e proprio miracolo su Aquilani, smarcato dal barese davanti alla porta. Il Napoli rischia, con un errore difensivo davvero inspiegabile all’ultimo minuto, ma la prodezza di De Sanctis gli consente di andare al riposo in vantaggio.
Il secondo tempo ricomincia con il Napoli all’attacco e, infatti, già al 6′ arriva il gol: Lavezzi recupera una palla vagante e mette in mezzo un cross respinto goffamente da Nesta a centro area, dove Cavani è lesto nel colpire al volo, questa volta di sinistro, lasciando di sasso l’incolpevole Abbiati. A questo punto Mazzarri vede vicini i tre punti e decide di prevenire qualsiasi pericolo inserendo Dzemail al posto di Hamsik per aumentare ancora di più la pressione del centrocampo azzurro. Il Milan sembra non avere grandi idee e si aggrappa solo alle iniziative personali di Cassano, come al 25′, quando crossa un bel pallone per Pato, in serata decisamente negativa, che non riesce ad indirizzare verso la porta. Ma il Napoli è ancora pericoloso: al 30′ Dzemaili calcia di sinistro dal limite, ma la sfera termina di poco fuori, mentre al 33′, Lavezzi si invola in contropiede con la difesa rossonera in difficoltà, ma preferisce l’azione personale al passaggio smarcate per Dzemail e l’azione si conclude con un tiro fuori misura. Gli ultimi minuti non succede nulla, anche se al 46′, il neo-entrato Zuniga deve rimediare ad un errore difensivo salvando su Pato lanciato a rete.
Finisce con il San Paolo in Festa, in delirio per il suo eroe Cavani, e con il Napoli primo in classifica insieme a Juventus, Udinese e Cagliari. Ma il campionato non lascia soste. Mercoledì si va a Verona, contro un Chievo che l’anno scorso ha portato via sei punti agli azzurri… da non sottovalutare!
 
DE SANCTIS 7
CAMPAGNARO 7
CANNAVARO 5.5
ARONICA 6.5
MAGGIO 7.5
INLER 7.5
GARGANO 7.5
DOSSENA 6.5 (33′st Zuniga 7)
HAMSIK 6 (19′st Dzemaili 6.5)
LAVEZZI 6 (37′st Pandev sv)
CAVANI 8.5
MAZZARRI 8

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia