31ª GIORNATA

Il Napoli non c’è più


Seconda sconfitta consecutiva. Champions sempre più lontana

serieA
sab 07/04/12

LAZIO

NAPOLI

stadio Olimpico
35000 spettatori
lazio napoli  
arbitro Mazzoleni 4
guardalinee Niccolai – Marzaloni
quarto uomo Gervasoni

3

1

 
     
gol 9′pt Candreva gol 34′pt Pandev  
gol 23′st Mauri ammonizione Cannavaro  
gol 36′st Ledesma (r) amminizione Dzemaili  
ammonizione Biava ammonizione Britos  
ammonizione Brocchi  

LAZIO (4-2-3-1): Marchetti, Konko, Diakite, Biava, Radu; Cana (30′st Brocchi), Ledesma; Candreva (45′st Scaloni), Hernanes (1′st Gonzalez), Mauri, Rocchi.
Panchina: Bizzarri, Garrido, Alfaro, Kozak. Allenatore: Reja.
NAPOLI (4-3-1-2): De Sanctis, Campagnaro, Cannavaro, Britos, Aronica (27′st Dossena), Dzemaili, Inler, Hamsik, Lavezzi, Pandev (34′st Vargas), Cavani.
Panchina: Colombo, Grava, Fideleff, Fernandez, Dezi. Allenatore: Mazzarri.


Seconda sconfitta consecutiva per il Napoli e, cosa ancora più preoccupante, altri tre gol subiti. Gli azzurri sembrano aver perso lo smalto e la convinzione necessari per raggiungere il terzo posto, uscendo sconfitti dallo scontro diretto contro la Lazio, distante ormai ben 6 punti.
Reja deve fare a meno di Brocchi, Dias, Klose, Stankevicius e Lulic, scegliendo di Rocchi al centro dell’attacco, con Konko e Radu a presidiare le fasce; Mauri, Candreva ed Hernanes completano il pacchetto di uomini di qualità e quantità ad agire tra le linee del Napoli. Anche Mazzarri, in emergenza, deve rinunciare a Maggio, Zuniga e Gargano, con Dossena, unico esterno rimasto, che si accomoda in panchina non al meglio; difesa a quattro, quindi, con Campagnaro e Aronica terzini, Cannavaro e Britos centrali, mentre Hamsik viene arretrato sulla linea di centrocampo insieme ad Inler e Dzemaili per dare supporto al tridente formato da Lavezzi, Pandev e Cavani.
Già all’8′ minuto, però, al primo tiro in porta, la Lazio si porta in vantaggio: da posizione defilata Candreva lascia partire un diagonale rasoterra abbastanza centrale, sul quale De Sanctis non riesce ad intervenire e il pallone termina in rete. Il Napoli reagisce subito, al 10′, con Cavani che, da buona posizione calcia sul corpo di Marchetti in uscita, sulla respinta si avventa Hamsik che, dal limite dell’area, manda il pallone di pochissimo a lato. Ma al 34′, un’invenzione di Lavezzi (assist di tacco) smarca Pandev a tu per tu con il portiere avversario, occasione che il macedone sfrutta al massimo segnando il gol del pareggio. Al 42′, sempre Pandev reclama un rigore, ma l’arbitro lascia correre.
Nel secondo tempo, azzurri subito pericolosi con Lavezzi che, servito da Hamsik tra le maglie della difesa laziale, calcia alto sulla traversa. Ma quando il Napoli sembrava poter controllare la gara, arriva il nuovo vantaggio dei padroni di casa: al 23′, Radu crossa dalla fascia destra in area dove Mauri, con una splendida rovesciata devia il pallone in rete. Anche in questo caso, i partenopei reagiscono immediatamente, ma al 29′, la rete di Cavani viene annullata per un fuorigioco inesistente. A questo punto, il Napoli si spegne e, al 36′, subisce anche il gol che chiude definitivamente la partita: Inler sbaglia un retropassaggio verso Britos che, anticipato da Rocchi, è costretto al fallo in area sullo stesso attaccante biancoceleste. Sul dischetto si presenta Ledesma che non sbaglia, fissando il risultato sul 3-1.
A questo punto il calendario del Napoli propone solo la partita contro la Roma che, sulla carta, può essere giudicata “difficile”, ma le ultime due partite hanno evidenziato un calo di forma e concentrazione che non lascia molte possibilità per il futuro. Futuro che non lascia respiro, visto che mercoledì è già previsto un turno infrasettimanale con l’Atalanta ospite al San Paolo.
 
DE SANCTIS 5
ARONICA 6 (27′st Dossena sv)
CANNAVARO 5.5
CAMPAGNARO 6
BRITOS 5.5
HAMSIK 5
DZEMAILI 6
INLER 5
PANDEV 6.5 (34′st Vargas sv)
LAVEZZI 7
CAVANI 5
MAZZARRI 4

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia