1a giornata

Il Napoli parte bene anche in Europa

Si sblocca Vargas, autore di tre gol, poi Dzemaili arrotonda il risultato

europa league
gio 20/09/12

NAPOLI

AIK SOLNA

stadio San Paolo
16569 spettatori
napoli aik solna  
arbitro Turpin 7
guardalinee Cano – Danos
Buquet – Thual
quarto uomo Stien

4

0

 
     
gol 6′pt Vargas ammonizione Johansson  
gol 1′st Vargas ammonizione Bangura  
gol 23′st Vargas  
gol 45′st Dzemaili  
espulsione 29′st Hamsik  
ammonizione Donadel  

NAPOLI (3-4-1-2): Rosati; Gamberini, Fernandez, Aronica; Mesto, Behrami, Donadel (10′ s.t. Dzemaili), Dossena; El Kaddouri (1′ s.t. Hamsik); Vargas (34′ s.t. Zuniga), Insigne.
Panchina: De Sanctis, Uvini, Cannavaro, Pandev. Allenatore: Frustalupi (Mazzarri squalificato).
AIK SOLNA (4-4-2): Turina; Lorentzson, Backman, Majstorovic, Johansson; Gustavsson, Borges, Danielsson (36′ s.t. Lundberg), Mutumba (24′ s.t. Quaison); Karikari (29′ s.t. Guitom), Bangura.
Panchina: Stampatopoulos, Karlsson, Lalawelè, Tjernstrom. Allenatore: Alm.


Doveva essere la partita di Vargas e così è stato, forse anche al di là di ogni più rosea previsione. Una tripletta inattesa e una prestazione che tutti aspettavano da ormai troppo tempo, compreso lo stesso calciatore che, in attesa di fornire delle conferme contro avversari meno mediocri,potrà sicuramente beneficiare di questa iniezione di fiducia.
Mazzarri, squalificato, applica un turnover massiccio, mantenendo solo Aronica dell’undici titolare sceso in campo nell’ultima giornata di campionato. In porta Rosati, Gamberini, Fernandez e Aronica in difesa, Mesto, Behrami, El Kaddouri, Donadel e Dossena a centrocampo, Insigne e Vargas in attacco. Gli svedesi, invece, schierano tra le prprie fila un paio di giocatori interessanti, come Danielsson e Bangura, mentre Goitom, ex Udinese, si accomoda in panchina.
Il Napoli parte subito bene, mantenendo il pallino del gioco e attaccando soprattutto sulle fasce, con Mesto e Dossena sempre pronti a sfruttare gli spazi concessi dagli avversari. Al 6’, il Napooli rompe l’equilibrio e va in gol: lancio lungo di Gamberini che smarca Vargas, bravo ad eludere l’intervento dei difensori avversari e ad involarsi verso la porta difesa da Turina, trafitto con un preciso diagonale. L’AIK tenta subito di reagire, ma si rende pericolosa solo con un colpo di testa fuori misura di Karikari al 12’. Ma il Napoli continua ad attaccare, rendendosi pericoloso con i cross e gli inserimenti di Insigne e Behrami in più di un’occasione. Verso la mezz’ora, però, il centrocampo napoletano comincia a soffrire in fase di copertura, complice la condizione non ottimale degli uomini meno utilizzati e alla prova sottotono di El Kaddouri, ultimo arrivato e ancora impreciso nei movimenti richiesti dall’allenatore. Così, al 26’, l’AIK si rende pericoloso in mischia, risolta da Donadel e Mesto a pochi passi da Rosati. Al 30’ sale in cattedra Insigne che, al limite dell’area, si gira in un fazzoletto e lascia partire un tiro a giro che termina di poco a lato. Al 38’, altra grande occasione per gli svedesi con Danielsson che porta palla indisturbato fino al limite dell’area dove lascia partire un rasoterra insidioso che Rosati devia in angolo con la punta delle dita.
Nell’intervallo gli azzurri recuperano le energie, mentre Frustalupi, in panchina al posto di Mazzarri, inserisce Hamsik per El Kaddouri, con l’intento di rafforzare il centrocampo. Fortunatamente, al 1’, il Napoli chiude la partita: Insigne batte velocemente una punizione e smarca Vargas che, a tu per tu con Turina per la seconda volta, non sbaglia. L’AIK accusa il colpo e, mentre negli azzurri entra Dzemaili al posto di Donadel, la partita si assesta su ritmi abbastanza blandi fino al 23’, quando Hamsik serve in profondità Vargas che dal limite dell’area trafigge per la terza volta Turina, non perfetto nell’occasione. Al 28’, purtroppo, unica nota stonata della serata, Hamsik viene espulso per un fallo di reazione su Johansson. Ma ormai l’AIK non ha più la forza per organizzare alcuna reazione e, al 45’, c’è gloria anche per Dzemaili che, da fori area fissa il risultato sul 4-0 con un tiro deviato da Majstorovi nella propria porta.
Una serata perfetta quindi, tranne che per l’espulsione di Hamsik che sarà probabilmente costretto a saltare un paio di partite, con tutti i titolari a riposo e con buone prestazioni da parte di quasi tutti gli uomini impiegati. Da rivedere El Kaddouri, che ha forse bisogno di altro tempo per interiorizzare il gioco di Mazzarri.
 
ROSATI 7
GAMBERINI 6.5
FERNANDEZ 6.5
ARONICA 6.5
MESTO 6.5
BEHRAMI 7
DONADEL 6 (10′st Dzemaili 7)
DOSSENA 6.5
EL KADDOURI 5 (1′st Hamsik 4)
VARGAS 8 (34′st Zuniga sv)
INSIGNE 7.5
MAZZARRI 8

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia