3a giornata

Il Napoli espungna Marsiglia e ritorna in corsa


In gol Callejon e Zapata. Grande prova di Mertens

champions league
mar 22/10/13

O. MARSIGLIA

NAPOLI

stadio Vélodrome
30000 spettatori
marsiglia napoli  
arbitro Cakir 5.5
guardalinee Duran – Ongun
Göçek – Þimþek
quarto uomo Eyisoy

1

2

 
     
gol 40′st A. Ayew gol 42′pt Callejon  
ammonizione Cheyrou gol 22′st Zapata  
ammonizione Payet  
ammonizione J. Ayew  

O. MARSIGLIA (4-2-3-1): Mandanda; Fanni (7′st Abdallah), N’Koulou, Diawara, Morel; Romao, Cheyrou; Payet (25′st Thauvin), Valbuena, A. Ayew; Gignac (31′st J.Ayew).
Panchina: Samba, Lemina, Mendy, Imbula. Allenatore: Baup.
NAPOLI (4-2-3-1): Reina; Maggio, Albiol, Fernandez, Armero; Behrami, Inler; Mertens (30′st Mesto), Hamsik (38′st Insigne), Callejon; Higuain (13′st Zapata).
Panchina: Rafael, Cannavaro, Dzemaili, Pandev. Allenatore: Benitez.


Il Napoli ritorna alla vittoria i Champions con una grande prestazione a Marsiglia, dove era assolutamente necessario vincere per rimanere in corsa per la qualificazione alla seconda fase del torneo. Mertens e Callejon guidano il Napoli con il loro talento e, in attesa del pieno recupero di Higuain, Benitez può sorridere per la prodezza di Zapata che ha regalato il gol vittoria agli azzurri. Da sottolineare, ancora una volta, la superba prestazione di Albiol, difensore che a questa squadra serviva come il pane.
L’Olympique Marsiglia scende in campo con un modulo speculare a quello del Napoli, lasciando inizialmente in panchina il talento Thauvin e schierando il terzetto formato da Imbula, Khalifa e Valbuena alle spalle dell’ unica punta Ayew. In difesa c’è N’Kolou, giocatore più volte accostato agli azzurri durante la sessione di mercato estivo. Benitez, visto l’infortunio di Britos, decide di affiancare Fernandez ad Albiol, mentre sulla fascia sinistra ritorna titolare Armero. In attacco, invece, spazio per Mertens al posto di Insigne che, insieme ad Hamsik e Callejon, agirà alle spalle del recuperato Higuain.
Il Napoli comincia bene e, già al 2’, Mertens dimostra di essere in giornata positiva impegnando Mandanda con un velenoso calcio di punizione. Al 7’ ci prova ancora l’olandese che su cross di Hamsik prova la conclusione al volo, ma il pallone termina alto sulla traversa. Al 12’, si vede anche il Marsiglia che si rende pericoloso con un’azione personale di Ayew che crossa al centro dove Cheyrou arriva sul pallone prima degli avversari, ma il suo tiro termina di poco a lato. Ma è solo un’occasione isolata, visto che il Napoli sembra padrone del campo, con Inler e Mertens tra i più ispirati. E, infatti, già al 13’ va vicino al gol con Armero che, smarcato da Mertens, manda il pallone sull’esterno della rete calciando da buona posizione. Più tardi, al 33’, Higuain, servito sempre dal solito olandese, fallisce la più facile delle occasioni, calciando incredibilmente a lato a tu per tu con il portiere avversario. Per fortuna, al 42’, il Napoli concretizza la supremazia: lancio di Higuain per Callejon che, in area, salta un avversario rientrando sul destro e trafigge Mandanda con un preciso rasoterra.
Nel secondo tempo, si riparte con il Napoli pericoloso che, già al 1’, va in rete, annullata però dall’arbitro per un fallo di Mertens ai danni di Diawara. Gli azzurri continuano a spingere e, nel giro di due minuti, all’8’ e al 9’, reclama due calci di rigore, ma il direttore di gara lascia correre. Al 12’ entra Zapata per Higuain, ancora non in grande condizione, e al 21’, dopo una clamorosa occasione sciupata dal Marsiglia, è proprio il neo entrato a trovare il gol del raddoppio con un gran tiro a giro da fuori area dopo esser stato smarcato da un illuminante colpo di tacco di Mertens. A questo punto gli azzurri abbassano i ritmi e, al 30’, Gignac va vicino al gol del 2 a 1, ma il suo colpo di testa è fuori misura. Benitez corre ai ripari inserendo Mesto per Mertens, ma al 40’, i padroni di casa accorciano le distanze con un preciso rasoterra di Ayew. Negli ultimi minuti il Marsiglia prova l’assalto finale alla ricerca del pareggio ma, per fortuna, la difesa del Napoli, guidata da un ottimo Albiol, è attenta e non corre più alcun pericolo.
Una vittoria importantissima che consente agli azzurri di rimanere in testa al girone insieme a Borussia e Arsenal, tutti a 6 punti, con due partite su tre da giocare in casa nelle quali sarà necessario fare assolutamente altri 6 punti. Ma ora è tempo di pensare già al campionato, con gli azzurri subito impegnati a preparare la partita casalinga contro il Torino, sperando di recuperare Higuain e di rivedere le stesse ottime prestazioni da uomini chiave come Inler, Hamsik e Mertens.
 
REINA 6
MAGGIO 6
ALBIOL 6.5 (38′st Fernandez sv)
FERNANDEZ 6.5
ARMERO 6.5
BEHRAMI 6.5
INLER 6
CALLEJON 7
HAMSIK 5.5 (38′st Insigne sv)
MERTENS 7.5 (30′st Mesto sv)
HIGUAIN 6 (13′st Zapata 7)
BENITEZ 7

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia