4a giornata

Higuain trascina il Napoli


Gli azzurri soffrono ma guadagnano 3 punti importantissimi

champions league
mer 06/11/13

NAPOLI

O. MARSIGLIA

stadio San Paolo
39148 spettatori
napoli marsiglia  
arbitro Karasev 6.5
guardalinee Kalugin – Averianov
Layushkin – Meshkov
quarto uomo Golubev

3

2

 
     
gol 22′pt Inler gol 11′pt A. Ayew  
gol 24′pt Higuain gol 19′st Thauvin  
gol 30′st Higuain ammonizione Payet  
ammonizione Fernandez ammonizione Romao  


NAPOLI (4-2-3-1): Reina; Maggio, Albiol, Fernandez, Armero; Dzemaili (45′st Behrami), Inler; Callejon, Pandev (21′st Hamsik), Mertens (37′st Insigne); Higuain).
Panchina: Rafael, Cannavaro, Uvini, Zapata. Allenatore: Benitez.
O. MARSIGLIA (4-2-3-1): Mandanda; Abdallah, N’Koulou, Diawara, Morel; Romao (37′st Lemina), Cheyrou; Thauvin, Valbuena (12′st Payet), A. Ayew; J. Ayew (22′st Gignac).
Panchina: Samba, Mendy, Imbula, Khalifa. Allenatore: Baup.


Serata di emozioni al San Paolo che ribalta due volte il risultato e raggiunge l’unico risultato utile per poter continuare a sognare la qualificazione. Azzurri in svantaggio quasi subito, rimontati nel finale, ma, alla fine, vincenti nonostante le sofferenze con un gol negli ultimi minuti di Higuain, autore di una doppietta e vero leader e trascinatore della squadra.
Benitez rinuncia inizialmente ad Hamsik e Berami, schierando Pandev al centro del tridente alle spalle di Higuain (completato da Mertens e Callejon) mentre a centrocampo Dzemaili va a completare lo schermo davanti alla difesa insieme ad Inler. Marsiglia in campo con lo stesso modulo degli azzurri e questa volta, con Thauvin in campo sin dall’inizio a comporre il tridente alle spalle di J. Ayew insieme a Valbuena e A. Ayew.
Partono bene gli azzurri che, al 6’, hanno la prima occasione con Mertens, il cui tiro a giro termina di poco a lato. All’11’, però, arriva la doccia fredda, quando Ayew sovrasta Maggio sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Valbuena e, di testa, porta in vantaggio gli ospiti. Per fortuna, la reazione del Napoli è convincente e, dopo qualche minuto, i padroni di casa trovano la via del gol, anche se ci vuole una prodezza personale di Inler che, al 22’, raccoglie una respinta della difesa ospite dopo un calcio d’angolo, stoppa il pallone di petto e, dal limite dell’area, lascia partire un gran tiro di sinistro che non lascia scampo a Mandanda. Due minuti dopo, tocca ad Higuain salire alla ribalta: Inler recupera un buon pallone a centrocampo e crossa per Pandev che, di testa, appoggia verso l’attaccante argentino che, in corsa, trafigge per la seconda volta l’estremo difensore avversario. Ma il Marsiglia è vivo e, grazie alla difesa molto alta riesce spesso a far cadere gli attaccanti azzurri nella trappola del fuorigioco, riuscendo quindi a recuperare palle velocemente costringendo il Napoli a qualche errore di testo. Al 27’, infatti, J. Ayew si rende pericoloso di testa, ma il suo tiro è alto. Nove minuti dopo, è ancora lo stesso attaccante francese protagonista, ma, nonostante la potenza, il suo tiro dal limite è centrale e Reina blocca. L’ultimo rischio del primo tempo arriva al 43’, quando Valbuena non arriva per poco a deviare in rete un cross insidioso di Ayew.
Nel secondo tempo il Napoli continua a soffrire, mentre il Marsiglia decide di giocare il tutto per tutto inserendo Payet al posto di Valbuena. Ed è proprio il neo entrato che al 18’, propizia il pareggio dei suoi, con un cross che, grazie all’errore di Armero, raggiunge Thauvin appostato al limite dell’area piccola, il quale non ha difficoltà ad appoggiare in rete. Benitez decide di correre ai ripari inserendo Hamsik che un Pandev che, a parte l’assist per il gol di Higuain, è sembrato abbastanza avulso dal gioco. Al 29’ gli azzurri trovano il pareggio: Fernandez lancia Mertens sulla destra, il fuorigioco dei francesi non funziona e l’attaccante belga può attaccare lo spazio con Hamsik e Higuain che accompagnano l’azione; cross in mezzo e, all’altezza del secondo palo, irrompe l’attaccante argentino che sigla la sua doppietta personale. Al 35’ c’è gloria anche per Callejon, che va vicino al gol su punizione e, poi, anche per Insigne che, appena entrato, colpisce il palo con un velenoso tiro a giro.
Il Napoli supera indenne gli ultimi minuti di sofferenza e raggiunge una vittoria che lo proietta al primo posto del girone insieme all’Arsenal. Tutto si deciderà nel prossimo turno, quando agli azzurri basterà un punto a Dortmund per essere sicuri di passare il turno. Una sconfitta, invece, rimetterebbe tutto in discussione rendendo “inutili” persino vincere la partita successiva con l’Arsenal e arrivare a 12 punti. Tutti calcoli, però, che andranno fatti a tempo debito, ora si deve pensare al match di domenica contro la Juventus.
 
REINA 6
MAGGIO 6
ALBIOL 6
FERNANDEZ 6
ARMERO 4.5
DZEMAILI 6.5 (45′st Behrami sv)
INLER 7
CALLEJON 6
PANDEV 6 (21′st Hamsik sv)
MERTENS 6.5 (37′st Insigne sv)
HIGUAIN 7.5
BENITEZ 7

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia