27ª GIORNATA

Callejon riapre la corsa per il secondo posto


Roma battuta per la seconda volta, ora il Napoli ci crede

serieA
Dom 09/03/14

NAPOLI

ROMA

stadio San Paolo
38879 spettatori
napoli roma  
arbitro Rocchi 4.5
guardalinee Di Liberatore – Cariolato
Tagliavento – Banti
quarto uomo Vuoto

1

0

 
     
gol 36′st Callejon ammonizione Maicon  
ammonizione Callejon ammonizione Taddei  

NAPOLI (4-2-3-1): Reina; Maggio, Fernandez, Albiol, Ghoulam; Dzemaili (16′st Henrique), Inler; Callejon (40′st Pandev), Hamsik (28′st Insigne), Mertens; Higuain.
Panchina: Colombo, Doblas, Reveillere, Britos, Radosevic, Bariti, Zapata. Allenatore: Benitez.
ROMA (4-2-3-1): De Sanctis; Maicon, Benatia, Castan, Romagnoli (39′st Destro); Nainggolan, Strootman (12′pt Taddei); Florenzi (30′st Ljajic), Pjanic, Bastos; Gervinho.
Panchina: Lobont, Skorupski, Toloi, Dodò, Torosidis, F. Ricci, Mazzitelli. Allenatore: Garcia.


Si riapre la corsa per il secondo posto, con il Napoli che colpisce nel finale una Roma meno cattiva del solito, la quale forse era abbastanza soddisfatta del pareggio che comunque stava maturando fino alla rete di Callejon, uno dei più in ombra fino a quel momento, che rompe gli equilibri dopo che entrambe le squadre avevano avuto ottime occasioni per portarsi in vantaggio.
Benitez deve rinunciare in extremis a Jorginho, bloccato dall’influenza, e ripropone la coppia di centrocampo Inler – Behrami, spesso oggetto di critiche durante l’attuale e la scorsa stagione. In difesa ritorna Albiol dopo la squalifica e, in attacco, Mertens viene preferito ad Insigne. Garcia, invece, che deve rinunciare a Totti, recupera in extremis Strootman, uscito malconcio dall’impegno infrasettimanale con la propria nazionale, e scegli di schierare Gervnho come punta centrale, escludendo, a sorpresa, Destro.
Sin dall’inizio le squadre si affrontano a viso aperto e, al 3’, è la Roma ad avere la prima occasione, ma Gervinho, servito in profondità, non riesce a colpire di testa e Reina riesce a parare senza problemi. Al 7’, gli ospiti sono costretti a rinunciare a Strootman si infortuna al ginocchio e, quattro minuti dopo, è costretto a lasciare il terreno di gioco. Al suo posto entra Taddei. Il Napoli prova ad approfittare della situazione, ma i suoi attacchi producono solo qualche calcio d’angolo. Al 23’ ci prova Nainggolan, ma il suo tiro è centrale, mentre al 26’, viene annullato un gol a Benatia, partito in fuorigioco sugli sviluppi di un calcio di punizione dalla trequarti. Stessa sorte, al 34’, per Callejon che mette in rete dopo la sponda di testa di Higuain, ma l’arbitro annulla giustamente a causa della posizione irregolare dell’attaccante argentino. Al 38’, però, la Roma ha l’occasione giusta per sbloccare il risultato, ma Gervinho, dopo aver evitato il recupero di Fernandez, calcia addosso a Reina in uscita e l’azione sfuma. Neanche il tempo di rifiatare e, un minuto dopo, Benatia deve superarsi per bloccare la volata di Mertens, lanciato verso la porta difesa da De Sanctis da una strepitosa intuizione di Higuain. Mertens si rivede al 44’, ma il suo tiro a guro è centrale e l’estremo difensore ospite riesce a deviare.
Nel secondo tempo, all’8’, i partenopei avrebbe subito l’occasione di passare in vantaggio ma Callejon, servito in area ancora da un passaggio illuminante di Higuain, calcia addosso al portiere in uscita. La roma risponde al 13’, ma Florenzi, smarcato in area calcia addosso a Fernandez e, poi, sulla ribattuta, la mira di Nainggolan non è precisa. Più pericoloso, invece, al 14’, Maicon che costringe Reina agli straordinari per respingere in angolo il suo tiro, reso insidioso dalla deviazione di Inler. Al 29’, è ancora Florenzi a sprecare, ma, come accaduto nel primo tempo a Gervinho, l’esterno della Roma riesce solo a sfiorare di testa e la palla termina a lato. Ma il Napoli è vivo e, al 36’, Ghoulam si inserisce sulla fascia sinistra e lascia partire un cross preciso per la testa di Callejon che manda il pallone sotto l’incrocio dei pali, facendo esplodere di gioia il San Paolo. Garcia prova il tutto per tutto gettando nella mischia Destro, ma la sua Roma riesce a rendersi pericolosa solo con un tiro da fuori area di Maicon che termina poco lontano dalla porta difesa da Reina.
Risultato prezioso per il morale, che consente agli azzurri di recuperare tre punti alla Roma e di allontanarsi dalla Fiorentina. Ora Benitez, che comunque deve ancora aggiustare alcuni movimenti della fase difensiva, potrà preparare con serenità la trasferta di Europa League che, giovedì sera, vedrà il Napoli impegnato ad Oporto.
 
REINA 7.5
MAGGIO 5.5
FERNANDEZ 7
ALBIOL 6.5
GHOULAM 6.5
DZEMAILI 5.5 (16′st Henrique 6)
INLER 5.5
CALLEJON 7 (40′st Pandev sv)
HAMSIK 4.5 (28′st Insigne 6)
MERTENS 5.5
HIGUAIN 6
BENITEZ 6.5

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia