4ª GIORNATA

Pellissier affossa il Napoli

Ancora una volta emergono i limiti della difesa azzurra e della panchina troppo corta

serieA
mer 22/09/10

NAPOLI

CHIEVO

stadio San Paolo
46037 spettatori
napoli chievo  
arbitro Giannoccaro – 5
guardalinee Musolino – De Luca
quarto uomo Nasca

1

3

 
     
gol 9′pt Cannavaro gol 22′pt Pellissier  
ammonizione Cannvaro gol 13′st Fernandes  
gol 29′st Pellissier  
ammonizione Fernandes  

NAPOLI (3-4-2-1): De Sanctis, Grava, Cannavaro, Campagnaro, Maggio (37′st Dumitru), Gargano (18′st Sosa), Pazienza, Dossena, Hamsik, Lavezzi, Cavani.
Panchina: Iezzo, Santacroce, Aronica, Vitale, Blasi. Allenatore: Mazzarri.
CHIEVO (4-3-1-2): Sorrentino, Frey, Andreolli, Mandelli, Mantovani, Bentivoglio, Rigoni, Costant (10′st Fernandes), Bogliacino (40′st Sardo), Pellissier (32′st Thereau), Granoche.
Panchina: Squizzi, Jokic, Mandelli, Moscardelli. Allenatore: Pioli.


Un disastro. Alla vigilia Mazzarri aveva detto di non fidarsi del Chievo, ma in realtà, dovrebbe cominciare a non fidarsi della propria difesa. Ormai l’hanno capito tutti, se il Napoli incontra una squadra con attaccanti piccoli e veloci, che giocano palla a terra, non riesce ad arginare con facilità gli assalti alla propria area.
E dire che la gara si era subito messa bene. All’8, sugli sviluppi di un calcio d’angolo giocato corto da Hamsik e Lavezzi, quest’ultimo scodella in area un pallone morbido su cui si avventa come un falco Cannavaro che, appostato sul secondo palo, mette a segno il suo secondo gol consecutivo al San Paolo. La gioia del popolo napoletano, però, dura poco. Al 22′ Pellissier sfugge a Campagnaro e viene servito in posizione defilata da un preciso lob che l’attaccante veneto trasforma in gol con un diagonale preciso e potente, un gran gol sul quale De Sanctis non può nulla. Al questo punto il Napoli comincia a mostrare qualche carenza fisica, troppe tre partite in una settimana con turnover quasi inesistente. Il Chievo ci prova, ma è ancora il Napoli che va vicino al vantaggio. Al 38′ Gargano serve benissimo Hasmik che con un taglio perfetto si ritrova a tu per tu con Sorrentino, ma in posizione defilata; il campione slovacco dribbla l’estremo difensore avversario ma da posizione veramente proibitiva riesce comunque a colpire la parte bassa della traversa con un preciso tiro di sinistro: sarebbe stato un gol fantastico.
Il secondo tempo è quello del crollo definitivo. Si da subito Pellissier si rivela una spina nel fianco per i difensori azzurri. Infatti, al 12′ arriva il gol. Pellissier, velocissimo, accentra su di sè le attenzioni dei Napoletani e, dopo il controllo (forse con il braccio), serve l’accorrente Fernandes, appena entrato, che sfugge a Maggio e si ritrova davanti a De Sanctis per la più facile delle conclusioni. A questo punto il Napoli sembra svegliarsi. Tre minuti dopo, un cross di Lavezzi diventa pericoloso grazie ad un difensore ospite che, nel tentativo di anticipare Cavani, rischia seriamente l’autogol. Al 22′, azione personale del Pocho che, entrato in area viene atterrato da Andreolli. Per Giannoccaro è tutto regolare, ma il difensore veronese colpisce solo l’avversario e non il pallone. Al 28′ l’occasione più ghiotta: cross di Dossena e pallone che arriva ad Hamsik che, di testa colpisce da buona posizione a colpo sicuro, ma troppo sul portiere che riesce miracolosamente a deviare. Subito dopo, purtroppo, il colpo di grazia: su rilancio di Sorrentino, la palla giunge a Cannavaro che tenta di alleggerire sul portiere, ma non si accorge dell’accorrente Pellisier, che si avventa sul pallone, salta De Sanctis in uscita e deposita comodamente in rete. Dopo questo episodio il Napoli si smarrisce e rischia anche di capitolare un’altra volta. Da segnalare soltanto l’esordio del giovane Dumitru, speriamo che torni più utile in futuro.
 
DE SANCTIS 5.5
CAMPAGNARO 5.5
CANNAVARO 5
GRAVA 5.5
MAGGIO 5.5 (37′st Dumitru sv)
PAZIENZA 6
GARGANO 5 (18′st Sosa sv)
DOSSENA 5
HAMSIK 5.5
LAVEZZI 6.5
CAVANI 6
MAZZARRI 5

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia