LO TIRAMOLE


1550 ca


 
Sóngo n'ommo d'alta sfera,
trallarillirera, trallarillirera.
Só' dottore de valore,
trallarillirera, trallarillirá.
 
Sono un uomo d'alta sfera,
trallarillirera, trallarillirera.
Sono dottore di valore,
trallarillirera, trallarillirá.
 
Diciarraje, si tu mme siente,
che grand'ommo è chisto ccá.
Stó' a lo Muolo e tiro diente,
trallarillirera, trallarillirá.
 
Dirai, se mi senti,
che grande uomo è questo.
Sto al Molo e tiro denti,
trallarillirera, trallarillirá.
 
Tengo ll'arte e la manera,
trallarillirera, trallarillirera.
Sóngo strutto, saccio tutto,
trallarillirera, trallarillirá.
 
Ho il mestiere e le maniere,
trallarillirera, trallarillirera.
Sono dotto, so tutto,
trallarillirera, trallarillirá.
 
Chist'anguento ve conzola,
ogne male fa passá.
Ve fa créscere la mola,
trallarillirera, trallarillirá.
 
Questo unguento vi consola,
ogni male fa passare.
Vi fa crescere il molare,
trallarillirera, trallarillirá.
 
Medicina, antica e vera,
trallarillirera, trallarillirera.
Chi lo vede, non lo crede,
trallarillirera, trallarillirá.
 
Medicina, antica e vera,
trallarillirera, trallarillirera.
Chi lo vede, non ci crede,
trallarillirera, trallarillirá.
 
Cinche solde, ma ch'è stato?
Pecché ognuno se ne va?
Gué, lo prezzo ha spaventato,
trallarillirera, trallarillirá.
Cinque soldi, ma cosa è successo?
Perché ognuno se ne va?
Forse, il prezzo l'ha spaventato.
trallarillirera, trallarillirá.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2016 © Napoligrafia