'A 'NFRASCATA


musicaGaetano Lama testoGigi Pisano data1931


 
'Mmiez'ê ffronne,
'mmiez'ê ffronne d' 'a 'Nfrascata1,
ce sta 'na casarella prufumata;
chien' 'e sciure, chien' 'e rose avvellutate
addó se ferma 'o sole p' 'a guardá…
Addó se ferma 'o sole p' 'a guardá…
 
Tra le foglie,
tra le foglie della "'Nfrascata"1
c'è una casetta profumata;
piena di fiori, piena di rose vellutate
dove il sole si ferma per guardarla…
dove il sole si ferma per guardarla…
 
E 'na figliola cu dduje uocchie nire,
s'affaccia, tutt' 'e ssere, a vintun'ore…
E 'o core mio se fa 'na cammenata,
tutt' 'e ssere,
'mmiez'ê ffronne d' 'a 'Nfrascata…
 
E una ragazza con due occhi neri,
si affaccia, tutte le sere, alle nove…
E il mio cuore fa una passeggiata,
tutte le sere,
in mezzo alle foglie della "'Nfrascata"…
 
Raggio 'e luna,
raggio 'e luna 'nnargentato,
tu comme sî felice e affurtunato:
quanno, 'a sera, 'sta fenesta s'è appannata,
te miette 'e faccefronte p' 'a guardá…
Te miette 'e faccefronte p' 'a guardá…
 
Raggio di luna,
raggio di luna argentato,
come sei felice e fortunato:
Quando, la sera, questa finestra si chiude,
ti metti giusto di fronte per guardarla…
ti metti giusto di fronte per guardarla…
 
E quanno 'sta figliola s'addurmenta,
tu trase a ll'intrasatto, e 'a vase 'nfronte…
E po te firme ccá, tutt' 'a nuttata,
pazzianno
'mmiez'ê ffronne d' 'a 'Nfrascata!
 
E quando questa ragazza si addormenta,
tu entri all'improvviso, e la baci sulla fronte…
E poi ti fermi qua, tutta la notte,
giocando
tra le foglie della "'Nfrascata"!
 
Ll'aggio ditto,
ll'aggio ditto a 'sta figliola:
"Chi è bella comm'a vuje nun po' stá sola:
'Sta vucchella tène 'addore d' 'e vviole
e io desse tutt' 'a vita p' 'a vasá…
E io desse tutt' 'a vita p' 'a vasà…"
 
Le ho detto,
le ho detto a questa ragazza:
"Chi è bella come voi non può star sola:
Questa boccuccia profuma di viole
ed io darei tutta la vita per baciarla…
ed io darei tutta la vita per baciarla…"
 
E tengo pronto giá 'nu lietto 'e sposa,
cu dduje cuscine, fatte 'e fronne 'e rose…
Ce manca 'na cuperta arricamata…
e 'a facimmo
cu 'sti ffronne d' 'a 'nfrascata!
Ed ho già pronto un letto di sposa,
con due cuscini, fatti di petali di rose…
Ci manca la coperta ricamata…
e la facciamo
con queste foglie della "'Nfrascata"!

1 'A 'nfrascata è l'antico nome usato per l'attuale Via Salvator Rosa, che nacque per collegare la collina del Vomero (dove, tra il XVI e il XVII secolo, la nobiltà spagnola aveva iniziato a costruire sontuose dimore) e il centro della città. Il termine "'Nfrascata" rimane nel dialetto a ricordare quei tempi, prima dell'urbanizzazione, in cui c'erano, appunto, le "frasche", cioè le foglie degli alberi che portavano ombra e refrigerio.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2021 © Napoligrafia