CANNETELLA


musica testoGuglielmo Cottrau data1829


 
Non me fà la 'nzemprecella,
Cannetella, oje Cannetè.
Cannetella, oje Cannetè.
Daje audienzia a 'sto schefienzia,
sciù che sta sempe attuorno a te,
Cannetella, oje Cannetella.
Cannetella, Cannetè.
 
Non mi fare la sempliciotta,
Candida, o Candida.
Candida, o Candida.
Concedi udienza a questa porcheria
lo schifo che sta sempre intorno a te,
Candida, o Candida.
Candida, o Candida.
 
A me tocca fà zimeo,
ma chiafeo, no, non nce so'.
Ma chiafeo, no, non nce so'.
So' cecato, so' stonato
ca la sciorte accussì bo'.
Cannetella, oje Cannetella.
Cannetella, Cannetè.
 
A me tocca fare lo sciocco,
ma un allocco, no, non ci sono.
Ma un allocco, no, non ci sono.
Sono cieco, sono stordito
perchè la sorte così vuole.
Candida, o Candida.
Candida, o Candida.
 
'No fracasso si nce faccio,
che nne caccio? Dice tu.
Che nne caccio? Dice tu.
Ma mme sboto, mme revoto,
quanno po non pozzo cchiù,
Cannetella, oje Cannetella.
Cannetella, Cannetè.
 
Se un fracasso ci faccio,
che ne guadagno? Dillo tu.
Che ne guadagno? Dillo tu.
Ma mi volto, mi rivolto
quando poi non ne posso più,
Candida, o Candida.
Candida, o Candida.
Conchiudimmo, gioja mia:
O songh'io o è chillo lla.
O songh'io o è chillo lla.
Se non sciglie a chi te piglie,
quanto sango scorrarrà.
Cannetella, oje Cannetella.
Cannetella, Cannetè.
Concludiamo, gioia mia.
O sono io o è quello là.
O sono io o è quello là.
Se non scegli chi ti prendi,
quanto sangue scorrerà.
Candida, o Candida.
Candida, o Candida.

Il brano è tratto da un canto del XVIII secolo, rielaborato e pubblicato da Guglielmo Cottrau nel 1829. Tra le interpretazioni di questa canzone, ricordiamo quelle di Sergio Bruni, Consilia Licciardi, Fausto Cigliano e Roberto Murolo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2021 © Napoligrafia