MALEPENZIERO


musicaVincenzo Acampora testoGiuseppe Russo data1957


 
'Nziem'ê ricorde 'e 'na passione antica
ca nun mme vo' lassá
e nun mme po' lassá,
tu mm'accumpagne a ll'angolo 'e 'stu vico
pe farme 'o core spezzá,
pe farme ancora danná.
 
Insieme ai ricordi di una passione antica
che non mi vuole lasciare
e non mi può lasciare,
tu mi accompagni all'angolo di questo vicolo
per spezzarmi il cuore,
per farmi ancora dannare.
 
Vatténne, vatténne,
malepenziero.
Nun è overo ch'è busciarda,
nun è overo ca mme perde,
tu nun dice 'a veritá.
Vatténne, vatténne,
penziero mio.
Si mm' 'o ddice chistu core
ch'è 'na femmena sincera,
tu pecché mme vuó 'nganná?
 
Vattene, vattene,
cattivo pensiero.
Non è vero che è bugiarda,
non è vero che mi perde,
tu non dici la verità.
Vattene, vattene,
pensiero mio.
Se me lo dice questo cuore
che è una ragazza sincera,
tu perchè mi vuoi ingannare?
 
Nisciuno
'stu bbene mio se po' spiegá.
'Stu bbene,
ca manco tu puó 'mmaginá.
Vatténne, vatténne,
malepenziero.
Ca si perdo 'o bbene sujo,
perdo pure 'a vita mia.
Chella nun mme po' lassá.
 
Nessuno
si può spiegare questo mio bene.
Questo bene,
che neanche tu puoi immaginare.
Vattene, vattene,
cattivo pensiero.
Perchè se perdo il suo bene,
perdo anche la mia vita.
Quella non mi può lasciare.
 
Io t'accumpagno, oje core, 'n'ata sera,
ma 'e te che ne sarrá?
'E nuje che ne sarrá?
Si nun se sbaglia 'stu malepenziero,
ca nun mme fá cchiù campá,
dimmello comm'aggi' 'a fá?
 
Io ti accompagno, o cuore, un'altra sera,
ma di te che ne sarà?
Di noi che ne sarà?
Se non si sbaglia questo cattivo pensiero,
che non mi fa più vivere,
dimmelo come devo fare?
 
Io t'accumpagno, oje core, 'n'ata sera,
ma 'e te che ne sarrá?
'E nuje che ne sarrá?
Si nun se sbaglia 'stu malepenziero,
ca nun mme fá cchiù campá,
dimmello comm'aggi' 'a fá?
 
Io ti accompagno, o cuore, un'latra sera,
ma di te che ne sarà?
Di noi che ne sarà?
Se non si sbaglia questo cattivo pensiero,
che non mi fa più vivere,
dimmi come devo fare?
 
Vatténne, vatténne,
malepenziero.
Nun è overo ch'è busciarda,
………………………………..
Vattene, vattene,
cattivo pensiero.
Non è vero che è bugiarda,
……………………………….

Tra le interpretazioni di questa canzone, ricordiamo quella di Angela Luce, Tony Astarita e Sergio Bruni.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2021 © Napoligrafia