'A BELLA 'E PUSILLECO


musicaVittorio Fassone testoGiuseppe Capaldodata1909


 
Chi 'ncielo vo' saglì, vene a vedè
'sta luggetella fravecata 'e sciure!
'Ncopp' 'a 'sta loggia ca fa stravedè,
'a cchiù bella 'e Pusilleco nce stà.

Chi 'ncielo vo' saglì, vene a vedè.
 
Chi in cielo vuol salire, viene a vedere
questo terrazzino fatto di fiori!
Su questa terrazza che fa stravedere,
la pù bella di Posillipo ci sta.

Chi in cielo vuol salire, viene a vedere.
 
Quando s'affaccia 'mmiez' 'e rrose rosse,
para ca spont' 'o sole a mmatutina,
resta abbagliato chillo ca nce passa.

Quando s'affaccia mmiez' 'e rrose rosse.
 
Quando s'affaccia tra le rose rosse,
sembra che spunti il sole al mattino,
resta abbagliato quello che ci passa.

Quando s'affaccia tra le rose rosse.
 
Ll'uocchie che tene so' 'na rarità,
comm'ô culore d' 'a marina nosta
Ma si 'stu mare bello fa ncantà,
'sta nenna, cu chill'uocchie fa murì!

Ll'uocchie che tene so' 'na rarità.
 
Gli occhi che ha sono una rarità,
come il colore della marina nostra.
Ma se questo mare bello fa incantàre,
questa ragazza, con quegli occhi fa morire!

Gli occhi che ha sono una rarità.
 
Cu cchelli ttrezze d'oro e prelibbate
'na rezza ne vo' fa 'nu piscatore
pe se piscà 'nu core ch'ha perduto.

Cu cchelli ttrezze d'oro e prelibbate.
 
Con quelle trecce d'oro e prelibate
una rete vuol fare un pescatore
per pescare un cuore che ha perso.

Con quelle trecce d'oro e prelibate.
 
Ha fatte pur' 'o sole 'nnammurà,
ch' 'a sera se ne scenne 'npecundria.
M'ha fatto 'o suonno perdere pe cca
'sta bella 'e 'stu paese pur'a mme

Ha fatte pur' 'o sole 'nnammurà.
 
Ha fatto anche il sole innamorare,
che la sera diventa triste.
Mi ha fatto il sonno perdere qua
questa bella di questo paese anche a me

Ha fatto anche il sole innamorare.
 
'Ncopp' 'a 'sti manduline e 'sti cchitarre
voglio cantà: “Pusilleco fiurito”.
'sti sciure 'e pponno fa sulo 'sti tterre.

'Ncopp' 'a 'sti manduline e 'sti cchitarre.

Pusilleco, Pusì!
Su questi mandolini e queste chitarre
voglio cantre: “Pusillipo fiorito”.
Questi fiori li possono fare solo queste terre.

Su questi mandolini e queste chitarre.

Posillipo, Posì!

Il brano fu presentato alla Festa di Piedigrotta.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2021 © Napoligrafia