CARME', CARME'


musica testoTotò data1953


 
Pure 'st'anno 'a primmavera,
m'è trasuta dint'ô core.
cu 'na smania 'e fà l'ammore,
cu 'nu ffuoco 'e giuventù.
Quanno veco a 'na figliola,
me va 'o sango dint'a ll'uocchie,
po me tremmano 'e ddenocchie
e nun 'ngarro niente cchiù.
 
Anche quest'anno la primavera,
mi è entrata nel cuore.
con un desiderio di far l'amore,
con un fuoco di gioventù.
Quando vedo una ragazza,
mi va il sangue agli occhi,
poi mi tremano le ginocchia
e non riesco a fare niente più.
 
Carmè, Carmè,
tu sola nun m'abbaste,
me ce ne vonno tre.
Carmè, Carmè,
i' songo 'e bona pasta,
v'accuntento a tutt'e ttre.
Carmè, Carmè,
i' nun 'o ffaccio apposta,
e tu chesto ll'hê 'a sapè,
Carmè, Carmè,
i' tengo 'a capa tosta,
tosta, tosta comm'a cche.
 
Carmela, Carmela,
tu sola non mi basti,
me ne vogliono tre.
Carmela, Carmela,
io sono generoso,
vi accontento tutte e tre.
Carmela, Carmela,
io non lo faccio apposta,
e tu questo lo devi sapere,
Carmela, Carmela,
io ho la testa dura,
dura, dura come non so che.
 
"Per ogn'uomo, tre mugliere"
steva scritto int'ô giurnale.
Mo 'na legge speciale
faciarranno e ssaje pecchè?
Pecchè l'uommene so' poche,
mentre 'a donna è in abbondanza.
Me ne voglio fà 'na panza,
'n'ati ddoie 'a fora 'e te.
 
"Per ogni uomo, tre mogli"
era scritto nel giornale.
Ora una legge speciale
faranno e sai perchè?
Perchè gli uomini sono pochi,
mentre la donna è in abbondanza.
Me ne voglio fa una scorpacciata,
altre due oltre te.
 
Carmè, Carmè,
………….
Carmela, Carmela,
………….

Il brano fu cantato da Nicola Maldacea jr (con la voce di Franco Ricci) nel film “Un turco napoletano”, diretto da Mario Mattoli.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2021 © Napoligrafia