'E RROSE D' 'A MADONNA


musicaErnesto De Curtis testoLibero Bovio data1927


 
Nun 'e tuccà, so' 'e rrose d' 'a Madonna
e nun t' 'e voglio dà.
Nun sî degna 'addurà manco 'na fronna
'e chesti 'rrose cca.
 
Nun le toccare, sono le rose della Madonna
e nun te le voglio dare.
Non sei degna di annusare nemmeno un petalo
di queste rose qua.
 
Comme so' belle, tutte rose janche
c'aggio cogliuto i' stesso 'int'ê ciardine.
E tengo ancora 'e mmane rosse 'e sanghe
tante d' 'e spine… nun 'e tuccà, nun 'e tuccà.
 
Come sono belle, tutte rose bianche
che ho raccolto io stesso nei giardini.
E ho ancora le mani rosse di sangue
a causa delle tante spine… non le toccare, non le toccare.
 
Nun 'e sfrunnà, ca Dio tutto perdona,
ma no 'sta 'nfamità.
'Ncuollo a me, me sto' zitto, sî 'a padrona,
ma 'e rrose lass' 'e stà.
 
Non le sfrondare, che Dio tutto perdona,
ma non questa cattiveria.
Su di me, sto zitto, sei la padrona,
ma le rose lasciale stare.
 
Ave Maria, nun siente 'sti campane,
passa 'a Madonna d' 'a parrocchia mia.
Ma io tengo 'nu curtiuello dint'ê mmane,
ave Maria… nun me tentà, nun me tentà.
 
Ave Maria, non senti queste campane,
passa la Madonna della parrocchia mia.
Ma io ho un coltello tra le mani,
ave Maria… non mi tentare, non mi tentare.
 
'Nnuncente so' pecchè nun so' stat'io,
sî stata stessa tu.
Senza 'e te comme faccio ammore mio
e comme campo cchiù?
 
Innocente sono perchè non sono stato io,
sei stata stessa tu.
Senza di te come faccio amore mio
e come vivo più?
 
Fredda è 'sta vocca e io mo te chiammo gioia,
mo ca te veco 'int'a 'na macchia 'e sanghe.
E 'ncuollo a te 'sti rrose, ca so' 'e ttoje,
'sti rrose janche… aggi' 'a sfrunnà, l'aggi' 'a sfrunnà.
Fredda è questa bocca e io ora ti chiamo gioia,
ora che ti vedo in una pozza di sangue.
E su di te queste rose, che sono le tue,
queste rose bianche… devo sfrondare, le devo sfrondare.

Tra le interpretazioni di questa canzone, ricordiamo quella di Mario Trevi.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2021 © Napoligrafia