LASSAMMOCE


musicaNunzio Gallo testoAntonio Napoli data1963


 
Ma che t' 'o dico a fà
"te voglio bene".
Ma che t' 'o dico a fà
"tu sì d' 'a mia".
Ce sta perdenno 'a stessa gelusia
pecchè 'o destino nuosto vo' accussì.
 
Ma cosa te lo dico a fare
"ti voglio bene".
Ma cosa te lo dico a fare
"tu sei mia".
Ci sta rovinando la stessa gelosia
perchè il nostro destino vuole così.
 
Lassammoce,
scurdammoce 'stu bbene.
Lassammoce,
scurdammoce 'sti ppene.
Dicimmo a chisti core
ch'ha dda restà sultanto 'nu penziero
ch'è stato doce e mo diventa amaro
pe mme e pe tte,
pe mme e pe tte 'st'ammore.
 
Lasciamoci,
dimentichiamoci questo bene.
Lasciamoci,
dimentichiamoci queste pene.
Diciamo a questi cuori
che deve rimanere soltanto un pensiero
che è stato dolce e ora diventa amaro
per me e per te,
per me e per te questo amore.
 
Lassammoce,
nun chiagnere stasera,
'sti llacreme se perdono pe ll'aria.
Nun dicere pecchè,
nun chiagnere pe mme,
s'ha dda fernì accussì.
Lassammoce
 
Lasciamoci,
non piangere stasera,
queste lacrime si perdono nell'aria.
Non dire perchè,
non piangere per me,
si deve finire così.
Lasciamoci
 
'Sti llacreme se perdono pe ll'aria.
Nun dicere pecchè,
nun chiagnere pe mme,
s'ha dda fernì accussì.
Lassammoce
Lassammoce.
Queste lacrime si perdono nell'aria.
Non dire perchè,
non piangere per me,
si deve finire così.
Lasciamoci
Lasciamoci.

Il brano fu lanciato da Nunzio Gallo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2021 © Napoligrafia