RESTA CU MME


musicaDomenico Modugno testoDino Verde data1957


 
Ammore, Ammore, Ammore,
dimme tu, che ll'aggi' 'a dì,
dimme tu, comm'aggi' 'a fà,
stasera,
dimane,
p' 'a fà restà?
 
Amore, Amore, Amore,
dimmi tu che le devo dire,
dimmi tu come devo fare,
stasera,
domani,
per farla rimanere?
 
Resta cu mme
pe carità.
Statte cu mme,
nun mme lassà.
Famme penà,
famme 'mpazzì,
famme dannà,
ma dimme sì.
 
Resta con me
per carità.
Stai con me,
non mi lasciare.
Fammi penare,
fammi impazzire,
fammi dannare,
ma dimmi sì.
 
Moro pe te,
vivo pe te.

Vita d' 'a vita mia,
nun mme 'mporta d' 'o ppassato,
nun mme 'mporta 'e chi t'ha avuto.

Resta cu mme,
cu mme.
Muoio per te,
vivo per te.

Vita della vita mia,
non m'importa del passato,
non m'importa di chi ti ha avuto.

Resta con me,
con me.

La storia narra che Modugno fece arrivare lo spartito a Dino Verde affinchè lo completasse con un testo. Il lavoro fu consegnato una sera presso il “Capriccio”, locale di Milano in cui il cantautore pugliese si esibiva insieme a Mario Marini. E quella stessa sera, fu proprio quest’ultimo a cantare per la prima volta il brano, una sorta di “prova” che convinse Modugno ad inciderla su disco. In un primo momento, inoltre, il testo fu vittima di censura: la Rai, per trasmettere la canzone, costrinse gli autori a cambiare la frase “Nun me ‘mporta d’ ‘o passato, nun me ‘mporta ‘e chi t’avuto” in “Nun me ‘mporta si ‘o passato, sulo lacrime m’ha dato”. Tra le altre interpretazioni, ricordiamo quelle di Marcella Bella, Betty Curtis, Giacomo Rondinella, Ornella Vanoni, Fausto Cigliano, Gigi D’Alessio e Mario Biondi, Roberto Murolo, Massimo Ranieri. Nel 1957, la canzone fu inserita nella colonna sonora del film diretto da Luigi Comencini “Mariti in città”, dove viene cantata sia in napoletano che in inglese.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2021 © Napoligrafia