RUNDINELLA


(Galdieri, Spagnolo – 1918)


 
Tutte ll'amice mieje sanno ca tuorne,
ca si' partuta e no ca mm'hê lassato.
Só' già tre ghiuorne.
Nisciuno 'nfin'a mo s'è 'mmagginato
ca tu, crisciuta 'ncopp' 'o core mio,
mm'hê ditto addio.
 
Tutti gli amici miei sanno che torni,
che sei partita e non che mi hai lasciato.
Sono già tre giorni.
Nessuno fino ad ora si è immaginato
che tu, cresciuta sul mio cuore,
mi hai detto addio.
 
E torna rundinella,
torna a stu nido mo ch'è primmavera.
I' lasso 'a porta aperta quanno è 'a sera
speranno 'e te truvà
vicino a me.
 
E ritorna rondinella,
torna a questo nodo ora che è primavera.
Io lascio la porta aperta quando è sera
sperando di trovarti
vicino a me.
 
Vulanno pe' cittá nove e stramane,
tu no, nun puó sapé che te ne vène
ogge o dimane.
E si nun truove maje chi te vò' bene
quanto te ne vogl'io
ll'amice 'o ssanno
che faje vulanno?
 
Volando per città nuove e lontane,
tu no, non puoi sapere cosa ti succede
oggi o domani.
E se non troverai mai chi ti vuole bene
quanto te ne voglio io,
gli amici lo sanno,
che fai volando?
 
E torna rundinella,
…………………….
 
E ritorna rondinella,
……………………..
 
Torna. Ll'amice mieje sanno ca tuorne.
Tutte se só' 'nfurmate e a tutte dico:
"Dint'a sti juorne".
Uno sultanto, era 'o cchiù buono amico,
nun ll'aggio visto e nun c'è cchiù venuto,
fosse partuto?
 
Torna. Gli amici miei sanno che torni.
Tutti si sono informati e a tutti dico:
"In questi giorni".
Uno soltanto, era il migliore amico,
non l'ho visto e non è più venuto,
fosse partito?
 
E torna rundinella,
…………………….
E ritorna rondinella,
……………………..

4 commenti su “Rundinella

  1. Grazie per la pubblicazione del testo, che mi ha consentito di comprendere e “gustare” questa canzone meravigliosa: senza la disponibilità del testo in napoletano ed italiano non avrei avuto la possibilità di scoprire la melodia, le parole e l’interpretazione di Massimo Ranieri, che per me rappresentano un tutt’uno. =

  2. Una tra le più belle canzoni che abbia mai ascoltato!!!

  3. Io amo molto questa canzone. Mi ricorda la grande Napoli, tutta la tristezza e la bellezza della giovinezza!

  4. Mai sentito il termine stramane. Chissa’ da dove viene sta parola. Chiedero’ al mio amico Prof Massimiliano Verde, Presidente della Accademia della Lingua Napoletana

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2019 © Napoligrafia