TERRA MIA


musica testoPino Daniele data1977


 
Comm'è triste e comm'è amaro
stà assetto a guardà
tutt' 'e ccose, tutt' 'e pparole
che niente ponno fà.
Si m'accido aggio jettato
chellu ppoco 'e libbertà
che 'sta terra e 'sta gente
'nu juorno m'ha dda dà.
 
Com'è triste e com'è amaro
starsene seduti a guardare
tutte le cose, tutte le parole
che niente possono fare.
Se mi uccido ho buttato
quel poco di libertà
che questa terra e questa gente
un giorno mi dovrà dare.
 
Terra mia, terra mia,
comm'è bello a la penzà.
Terra mia, terra mia,
comm'è bello a la guardà.
 
Terra mia, terra mia,
com'è bello pensarla.
Terra mia, terra mia,
com'è bello guardarla.
 
Nun è overo, nun è sempe 'o stesso,
tutt' 'e juorne po' cagnà.
Ogge è deritto, dimane è stuorto
e chesta vita se ne va.
'E vvecchie vanno dint'â chiesa
c' 'a curona pe prià.
E 'a paura 'e chesta morte
che nun ce vo' lassà.
 
Non è vero, non è sempre uguale,
tutti i giorni può cambiare.
Oggi è dritto, domani è storto
e questa vita se ne va.
Le vecchie vanno in chiesa
con il rosario per pregare.
E la paura di questa morte
che nun ci vuole lasciare.
 
Terra mia, terra mia,
tu sî chiena 'e libbertà.
Terra mia, terra mia,
I' mo 'a sento 'a libbertò.
Terra mia, terra mia,
tu sei piena di libertà.
Terra mia, terra mia,
Io ora la sento la libertò.

La canzone fa parte di "Terra Mia", album di esordio di Pino Daniele. Tra le altre interpretazioni del brano, segnaliamo quelle di Fiorella Mannoia (anche in coppia con Clementino) e dello stesso Pino Daniele con gli Avion Travel.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2021 © Napoligrafia