SPAZZACAMINO

‘O spazzacamino si arrampicava nelle cappe dei camini per ripulirli dalla cenere e dai residui che andavano da intasare la canna fumaria. Doti indispensabili per questo mestiere erano l’agilità e, soprattutto, le ridotte dimensioni fisiche. Proprio per questo, non era facile trovarne uno e, i pochi che esercitavano, riuscivano ad avere sempre un buon giro di clienti anche se, molto spesso, il contatto ravvicinato con sostanze tossiche li esponeva ad ammalarsi facilmente di cancro.


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2021 © Napoligrafia